La città di Modena rende onore ai caduti di tutte le guerre

Cerimonia al cimitero monumentale di San Cataldo. Venerdì 4 novembre le celebrazioni per il Giorno dell’unità nazionale e delle forze armate

un-momento-della-celebrazione-con-larcivescovo-di-modena-nonantola-erio-castellucciMODENA – Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e il comandante dell’Accademia militare Salvatore Camporeale, insieme alle autorità civili e militari tra le quali il prefetto Patrizia Paba, hanno partecipato alle celebrazioni che si sono svolte nella mattina di oggi, mercoledì 2 novembre, al cimitero monumentale di San Cataldo.

Dopo la messa a suffragio dei defunti e dei caduti di tutte le guerre, celebrata dall’Arcivescovo di Modena – Nonantola Erio Castellucci, la cerimonia è proseguita con lo schieramento del Picchetto di allievi ufficiali dell’Accademia militare di Modena e l’omaggio ai caduti con l’accensione di lampade votive e la deposizione di una corona sul da-sinistra-il-prefetto-patrizia-paba-il-sindaco-gian-carlo-muzzarelli-e-il-comandante-dellaccademia-militare-salvatore-camporeale-durante-la-commemorazionegranito dei Caduti della Prima Guerra Mondiale e di mazzi di fiori al sacello dei caduti dell’Accademia militare, al famedio dei caduti della Guerra di Liberazione, ai sacelli dei caduti del Presidio militare di Modena e della Seconda Guerra mondiale 1940-45.

Alla presenza dei genitori, un mazzo di fiori è stato deposto anche sulla tomba di Mattia De Marchi, ufficiale che frequentava il 190° corso scomparso il 7 aprile del 2011.

Venerdì 4 novembre, alle 9, in occasione del Giorno dell’unità nazionale e della Giornata delle forze armate e del combattente, è in programma la cerimonia dell’alzabandiera e la deposizione di una corona di alloro al monumento dei Caduti di viale Rimembranze (ammaina bandiera alle 16.30).

Alle 9.30 verrà deposta una corona ai Caduti al Sacrario della Ghirlandina, con schieramento del picchetto d’onore. Partecipano il generale Camporeale, il prefetto Patrizia Paba, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli.

Sabato 5 novembre, inoltre, è aperta al pubblico dalle 15.30 alle 19 la mostra “Vite di guerra. L’esperienza dei combattenti nella Grande Guerra” allestita nella sala del Combattente in via Ciro Menotti 137 a cura di Istituto storico e Associazione nazionale combattenti e reduci (Ancr). Venerdì 4 sono in programma visite guidate e laboratori per studenti e genitori.