La Città metropolitana alle celebrazioni per il Giorno della memoria

comune di Bologna logoMostra fotografica a palazzo Malvezzi dal 26 gennaio fino al 2 febbraio

BOLOGNA – In occasione del Giorno della memoria, istituito per ricordare le vittime dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e di tutti i deportati nei campi nazisti, la Città metropolitana ospita la mostra fotografica “IZIEU, una colonia per bambini ebrei rifugiati 1943-1944”, allestita nella sala Rosata di palazzo Malvezzi (via Zamboni 13).

La mostra sarà inaugurata martedì 26 gennaio alle ore 16, dalle due curatrici, Stéphanie Boissard e Giulia Ricci, mentre Patrizia Dogliani, storica dell’Università di Bologna, illustrerà la rete delle case-rifugio nella Francia occupata. Porteranno i loro saluti Massimo Gnudi, vicesindaco della Città metropolitana di Bologna, Simona Lembi, presidente del Consiglio comunale di Bologna e Daniele De Paz, presidente della Comunità ebraica di Bologna.

La mostra fotografica, frutto della collaborazione fra la Maison d’Izieu – Mémorial des enfants juifs extermines e l’Istituto Storico di Modena, è dedicata a ricostruire le vicende del rifugio – la grande ed elegante casa di Izieu – situato in una zona agricola della Francia centro-orientale, a pochi chilometri dal confine italiano e svizzero. Qui furono nascosti e protetti numerosi bambini ebrei fino al 6 aprile 1944 quando la Gestapo li arrestò insieme al gruppo dei loro educatori. Nessuno dei 44 piccoli rifugiati riuscirà a salvarsi.

La ricca raccolta di immagini documenta la vita quotidiana nella colonia-rifugio durante l’estate del 1943 ed è accompagnata da riproduzioni di lettere, disegni, registri scolastici, biglietti di auguri. Come sottolineano le curatrici, “gli auguri hanno un leitmotiv: ritrovare i genitori, tornare a casa, sperare la fine della guerra.
La mostra resterà aperta al pubblico a palazzo Malvezzi fino al 2 febbraio, dalle 9.00 alle 17.00, chiusa sabato e domenica.

In occasione delle celebrazioni la Città metropolitana parteciperà alle iniziative in programma:

Domenica 24 gennaio
ore 10.30 – Inaugurazione della mostra “Bologna1961. I mondi di Primo Levi” al Museo Ebraico di Bologna (via Valdonica 1/5), il consigliere delegato Benedetto Zacchiroli rappresenterà la Città metropolitana

Mercoledì 27 gennaio
ore 9.00 – Deposizione di una corona al Monumento ai militari caduti nei lager e alla lapide in memoria degli zingari alla Certosa di Bologna (Viale Gandhi), parteciperà il consigliere delegato Marco Monesi

ore 10.00 – Al Giardino di Villa Cassarini (Porta Saragozza) si terrà la Deposizione di una corona in memoria delle vittime omosessuali, partecipa il consigliere delegato Benedetto Zacchiroli

ore 10.30 – In Piazza Nettuno ci sarà la Deposizione di corone alle lapidi dei martiri da parte degli ex-deportati e da parte degli ex-Internati alla presenza di un picchetto d’onore. Sarà presente il sindaco metropolitano Virginio Merola, accompagnato dal Gonfalone

ore 11.00 – Sinagoga (Via Mario Finzi, 2) Deposizione di una corona alla lapide in memoria dei deportati ebrei nei campi di sterminio e successivo incontro in Sinagoga. Sarà presente il sindaco metropolitano Virginio Merola accompagnato dal Gonfalone.

ore 12.00 – Quartiere Saragozza (Via Pietralata, 60) Deposizione corona alla lapide che ricorda la “Scuoletta Ebraica”, partecipa il consigliere delegato Benedetto Zacchiroli

Ore 17.30 – Nuova area tra via Carracci e via Matteotti. Inaugurazione del Memoriale della Shoah. Progetto realizzato dalla Comunità Ebraica di Bologna con il supporto della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna, della Fondazione del Monte, dell’Ordine degli Architetti di Bologna e delle istituzioni locali ed internazionali. Sarà presente il sindaco metropolitano Virginio Merola accompagnato dal Gonfalone.