La città di Ferrara protagonista di “Paesi che vai” su Rai Uno

Sabato 11 febbraio, alle 11.30, curiosità e ombre degli Estensi in televisione

cover_paesi-che-vai-1FERRARA – È stato un anno decisivo per Ferrara sugli schermi televisivi. Domani, sabato 11 febbraio, alle 11.30, la città sarà la protagonista indiscussa di ‘Paesi che vai’, il programma di Rai Uno che associa alle bellezze architettoniche i sapori dei territori esplorati.

Ad accompagnare Livio Leonardi, ideatore e conduttore della trasmissione, è stata la guida Margherita Ascolano, che ha seguito le tracce degli Estensi dentro e fuori dai fastosi camerini della corte. Oltre ai duchi, la puntata sarà dedicata a due dame, Lucrezia Borgia e Isabella d’Este. La seconda era famosa per la passione in materia di profumi; grazie a lei Ferrara era considerata nel Cinquecento tra i luoghi più raffinati per l’uso delle essenze. Non mancano i piatti della tradizione regionale, come le tagliatelle “fatte in casa” o la salama da sugo, presentata in grande stile dallo chef Pier Luigi Di Diego nelle cucine del ristorante Don Giovanni.
Dopo le larghe riprese in piazza Trento Trieste la troupe è scesa nelle segrete di Ugo e Parisina per poi percorrere tutto corso Ercole I d’Este sino a Palazzo dei Diamanti, dove la leggenda della gemma nascosta sulla facciata ha affascinato lo stesso Leonardi. Da un particolare del Salone dei Mesi, a palazzo Schifanoia, invece è emersa quanto antica fosse la lavorazione della canapa appena usciti dalle mura, che ne ha fatto uno dei principali centri nazionali della produzione tessile tra gli anni Cinquanta e Sessanta. Infine si arriva in provincia, con i suoi colori marcati: la Delizia di Belriguardo domina la campagna emiliana verso il Grande Fiume. Proprio a Runco, vicino a Voghiera, l’agriturismo le Occare ha recuperato la ricetta del caviale ferrarese, tramandata dallo scalco Messisbugo. Ma i legami tra passato e presente non finiscono qui.