Il jazz “connette” l’Emilia con le zone terremotate in Italia centrale

Serata solidale con le popolazioni di Accumoli e Arquata del Tronto (Ascoli) e diretta di un concerto tra Anzola dell’Emilia (Bo) e Montegallo lunedì 12 settembre: una cena per raccogliere fondi e Andrea Dulbecco Quartet in streaming

locandina_jazz_festival_2016_12092016BOLOGNA – Da Anzola dell’Emilia, nel bolognese, alle piazze di Accumoli, Arquata del Tronto e Montegallo nell’ascolano. Proseguono le iniziative di solidarietà dell’Emilia-Romagna verso le popolazioni marchigiane colpite dal sisma dello scorso 24 agosto.

Lunedì prossimo, 12 settembre, l’Anzola Jazz Festival organizza la serata “Un’amatriciana per Amatrice”: a partire dalle 20 nelle vie del paese, sarà allestita una cena benefica, a base di pasta all’amatriciana, per raccogliere fondi da destinare alle esigenze dei due comuni nell’ascolano. Il ricavato sarà versato sul conto unico aperto dalla Regione nelle ore successive al sisma: IBAN IT69G0200802435000104428964 – Intestazione e causale: Emilia-Romagna per sisma Centro Italia”.

locandina_amatriciana_per_amatrice_12092016Alle 21.30 il concerto di Andrea Dulbecco Quartet, grazie all’impegno del volontari del Cer Communication emergency di Bologna, sarà trasmesso in diretta agli ospiti e ai volontari del campo di Montegallo (AP), comune ‘adottato’ dalla Regione Emilia-Romagna, che potrà interagire, in collegamento audio, con il pubblico di Anzola. L’iniziativa sarà trasmessa in streaming anche sul sito del Cer all’indirizzo http://www.protecer.org/.

I volontari del Cer, esperti in telecomunicazioni, saranno operativi sia ad Anzola che a Montegallo e appartengono alla Consulta provinciale del volontariato di protezione civile di Bologna.
L’Anzola Jazz Festival ha il patrocinio di Regione Emilia-Romagna e Città Metropolitana di Bologna./BB