Ivano Marescotti legge “Il ricordo della Basca”alla biblioteca Delfini di Modena

ivano marescottiGiovedì 19 maggio alle 17.30 in corso Canalgrande 103, l’attore romagnolo nella tappa modenese di un viaggio letterario fra le biblioteche della regione. Partecipazione libera

MODENA – Ivano Marescotti presta la sua voce ad Antonio Delfini nella biblioteca dedicata allo scrittore modenese. Giovedi 19 maggio alle 17.30, infatti, la biblioteca di corso Canalgrande 103 ospita,a partecipazione libera per tutti, la tappa modenese del tour “Voci d’autore. Ivano Marescotti legge pagine viventi nelle biblioteche dell’Emilia Romagna”.

“Voci d’autore” è un progetto dell’IBC (Istituto regionale per i beni artistici culturali e naturali) che, da Piacenza a Rimini, propone nove appuntamenti in altrettante biblioteche per riannodare i fili che legano gli scrittori ai territori d’origine.

Compreso nella raccolta omonima, “Il ricordo della Basca” è il racconto più celebre di Antonio Delfini. Il libro fu pubblicato nel 1938 dal piccolo editore fiorentino Parenti, poi da Nistri-Lischi nel 1956 (con una bellissima “Introduzione”, giudicata il capolavoro dello scrittore modenese) e infine, postumo, da Garzanti nel 1963, con il titolo “I racconti”.

Versatile in scena, così come al cinema e in tivù, Ivano Marescotti ha iniziato a recitare quasi per caso, per approdare rapidamente a collaborazioni con registi del calibro di Mario Martone, Thierry Salmon, Roberto Benigni, Carlo Mazzacurati e Ridley Scott, che nel 2001 ha diretto l’attore romagnolo in “Hannibal”.