Iren a Labirinto d’acque 2018

Dal 21 al 24 Marzo presso il Labirinto del Masone – Fontanellato (PR)

irenFONTANELLATO (PR) – Attraverso una rete di acquedotti di circa 18.500 km, Iren distribuisce ogni anno circa 170 milioni di metri cubi di acqua, gestisce più di 1.000 impianti di depurazione e una rete fognaria di 9.600 km; effettua ogni anno 64.000 campionamenti e più di 740.0000 analisi per il controllo della qualità dell’acqua. Il settore idrico rappresenta l’ambito nel quale Iren concentra la maggior parte dei propri investimenti, oltre 100 milioni all’anno.

Partendo da questi dati, che testimoniano l’impegno nella salvaguardia della risorsa, il Gruppo Iren ha deciso di aderire a LABIRINTO D’ACQUE 2018 come main sponsor e di presentare, all’interno del convegno, i risultati delle esperienze sul campo attraverso i propri tecnici sui temi della qualità, del controllo della dispersione e delle innovazioni tecnologiche per il riutilizzo della risorsa.

Iren da anni lavora sui temi della comunicazione, con diverse iniziative tese al coinvolgimento delle comunità e dei territori per promuovere l’uso sostenibile dell’acqua e incentivare il consolidamento delle buone pratiche anche attraverso iniziative di educazione ambientale.

Nell’anno scolastico 2016-2017 le offerte formative gratuite Eduiren dedicate all’acqua hanno interessato oltre 13.600 studenti (Emilia e Genova) al quale aggiungere il centinaio di studenti interessati dai percorsi sul ciclo idrico (dalla rete ai laboratori) all’interno dei progetti di Alternanza Scuola Lavoro.

Una attenzione specifica viene infine dedicata al tema della trasparenza per fornire ai consumatori informazioni adeguate, tempestive e corrette e così aumentare la fiducia nei confronti dell’acqua di rubinetto.

Non solo acqua da bere, ma anche acqua da riutilizzare in agricoltura: con il diffondersi delle tecnologie di trattamento terziario avanzato, come gli MBR, Advanced Oxidation process (AOPs) e Ozononizzazione, a valle dei trattamenti tradizionali delle acque reflue urbane, Iren ha reso disponibili – mediante il progetto Life ReQpro presso il depuratore di Mancasale (Re) – elevati volumi di acque trattate con qualità idonee al riutilizzo irriguo a favore dell’agricoltura nel rispetto dei limiti fissati dalla normativa italiana, rendendo diverse migliaia gli ettari irrigabili con la derivazione a gravità delle acque reflue trattate.

Investimenti, innovazione, qualità, controlli, sostenibilità: queste le parole d’ordine di Iren nella gestione della risorsa acqua.

IREN è una delle più importanti e dinamiche multiutility del panorama italiano. E’ quotata in borsa ed è attiva nei seguenti settori: Produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica pubblica e privata. Distribuzione e vendita di gas. Produzione di energia termica per il teleriscaldamento. Distribuzione e controllo dell’acqua. Ciclo integrato dei rifiuti. 3° operatore nazionale nel settore idrico per volumi venduti fornisce il servizio idrico integrato a 2,7 milioni di persone nelle province di Genova, Savona, La Spezia, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Vercelli e in altre province del nord Italia per un totale di oltre 200 Comuni.