Intervento di miglioramento della sicurezza su via Catalani, a Viserba

I lavori inizieranno lunedì 11 aprilecomune di Rimini logo

RIMINI – Dopo quello su via Antonelli, prenderà avvio lunedì 18 l’intervento di miglioramento funzionale della sicurezza della viabilità su via Catalani, approvato dalla Giunta nei mesi scorsi.

Si tratta di un intervento indifferibile per lo stato fortemente ammalorato della sede stradale che presenta avvallamenti e cedimenti diffusi lungo tutta la strada. Per poter eseguire la messa in sicurezza della strada, più volte sollecitata dagli stessi residenti nel corso del tempo, prima di poter effettuare la riasfaltatura si dovrà eseguire la bonifica delle banchine laterali. Una lavorazione che comporterà inevitabilmente l’esecuzione di scavi a ridosso delle radici delle alberature stradali presenti sui due lati della carreggiata, con la conseguenza di ridurne la stabilità e aumentare esponenzialmente il pericolo di cadute accidentali così come, specie in occasione del maltempo, si sono già verificate sul territorio comunale con pericolo per la pubblica incolumità.

Oltre a danneggiare la sede stradale, le radici dei pini presenti hanno già da tempo causato problemi anche alle recinzioni ed ai sottoservizi delle abitazioni della via e diverse sono state richieste di risarcimento danni presentate all’Amministrazione comunale. Inoltre alcune di queste piante hanno la propria sagoma che invade l’area della sede stradale che dovrebbe, invece, essere libera da ostacoli e impedimenti, il che contribuisce, tenendo conto della ridottissima larghezza della Via Catalani, a rendere incompatibile l’attuale presenza dei pini.

Sarà quindi in occasione di questo intervento di miglioramento della sicurezza sulla via che preventivamente alla realizzazione del nuovo asfalto saranno sostituite le alberature presenti con 17 nuovi alberi di Cercis Siliquastrum, il cosiddetto Albero di Giuda, che verranno messi a dimora nei punti in cui la geometria della strada lo renderà possibile.

Completato l’intervento sulle alberature si provvederà alla fresatura e asportazione dell’asfalto esistente, alla risagomatura del piano stradale e alla riasfaltatura della strada. In corso d’opera si verificherà anche l’eventuale necessità di implementare il numero delle caditoie per la raccolta delle acque meteoriche.

Si prevede una durata massima dei lavori di 60 giorni.