Interno Verde apre i giardini segreti di Ferrara

Due giorni per scoprire e riscoprire la città, con un programma ricco di iniziative e agevolazioni pensate per accogliere ferraresi e turisti. L’obiettivo degli organizzatori infatti è sensibilizzare i visitatori al rispetto e alla valorizzazione del verde

20FERRARA – Eleganti corti rinascimentali, orti medievali nascosti da alti muri di cinta, piccole oasi fiorite di tranquillità e pace domestica, geometrie zen e labirinti di siepi, magnifici alberi secolari e arboreti insospettabili, celati alla vista dei passanti dalle facciate degli antichi palazzi: Ferrara custodisce gelosamente, all’interno del proprio centro storico, uno spettacolare patrimonio di giardini privati.

Un patrimonio che eccezionalmente, grazie alla manifestazione Interno Verde, si metterà a disposizione della collettività: sabato 13 e domenica 14 maggio grazie al lavoro dell’associazione Ilturco – che ha ideato e curato l’evento – sarà possibile esplorare cinquanta giardini privati, gentilmente aperti dai loro proprietari. Isole segrete ricche di suggestioni e ricordi, attraverso i quali è possibile leggere la storia, i cambiamenti e i vissuti della città.

Dopo il successo della prima edizione, che si è svolta lo scorso settembre e ha coinvolto più di 3.500 partecipanti, la seconda offrirà ai visitatori l’opportunità di conoscere i giardini nel loro momento di massimo splendore, in primavera, tra il profumo e il colore dei fiori. Un’occasione unica per esplorare il capoluogo estense in modo inedito, per scoprire dietro il rosso dei tipici mattoni ferraresi un’anima verde tanto ricca quanto capillarmente diffusa.

Lo staff de Ilturco si è fatto contagiare dall’entusiasmo Diverdeinverde, il Festival ideato e organizzato dalla Fondazione Villa Ghigi, con cui ha stretto un sodalizio per dimostrare che non solo Ferrara e Bologna sono città che respirano e si rivitalizzano tramite questi spazi, ma l’intera Emilia-Romagna nasconde innumerevoli giardini da svelare. La speranza è che anche altri comuni seguano l’esempio di questa buona pratica.

L’obiettivo degli organizzatori infatti è sensibilizzare i visitatori al rispetto e alla valorizzazione del verde, fornire alla comunità una chiave per interpretare più profondamente il senso dello spazio che si attraversa, sollecitare anche nei confronti degli ospiti provenienti da altre città una più completa comprensione del passato e una maggiore consapevolezza della ricchezza presente, che necessita di essere tutelata e promossa.

Accompagnerà la manifestazione, patrocinata dall’Ibc Emilia-Romagna, dal Comune di Ferrara e dal Fai, un ricco programma di eventi a tema, che si terranno all’aperto in location di grande fascino: concerti, proiezioni, letture ad alta voce, laboratori per bambini, performance teatrali, mostre di illustrazione e di fotografia.

Particolare attenzione sarà riservata all’accoglienza turistica, grazie a una serie di convenzioni stipulate con gli albergatori e i ristoratori locali, e alla mobilità sostenibile. Per conoscere il programma completo dell’iniziativa e restare aggiornati sugli eventi collaterali si può fare riferimento al sito www.ilturco.it/interno-verde oppure seguire la pagina Facebook: https://www.facebook.com/ilturco.it/.

CONDIVIDI