Inchieste video, reportage giornalistici, progetti d’indagine. È aperto il bando dei DIG Awards 2018

DIG_cover_sito_category_1412_mbAl via il concorso internazionale dedicato ai reporter investigativi. Articolato in sette sezioni, premia progetti e opere che usano il video per indagare temi di attualità. La cerimonia a giugno, al DIG Festival di Riccione.

EMILIA ROMAGNA – Con la pubblicazione del nuovo bando di concorso ripartono i DIG Awards, premi giornalistici aperti a inchieste/reportage video di ogni parte del mondo. Le premiazioni si svolgeranno alla prossima edizione del DIG Festival, in programma nel giugno 2018 a Riccione.

Sono sette le categorie di concorso. La categoria principale, DIG Pitch, è riservata a progetti d’inchiesta/reportage video in fase di sviluppo o pre-produzione: in palio un contributo alla produzione di 15.000 euro. Redatti in inglese e accompagnati da un teaser sottotitolato in inglese, i progetti devono riguardare temi di rilevanza europea e vanno inviati entro il 29 marzo 2018. I finalisti verranno invitati a presentare i loro progetti davanti a una giuria internazionale e a una platea di addetti ai lavori (produttori, distributori, rappresentanti di centri di giornalismo europei). Nelle edizioni passate la formula del pitch si è rivelata fortunata per tutti i vincitori e per numerosi finalisti. In poco più di due anni, sono infatti nate sei inchieste trasmesse da Rai, Mediaset, La7, Sky, Arte, Canal+. La più recente è l’inchiesta di Giuseppe Borello e Andrea Sceresini su Scientology trasmessa a novembre da Report.

Le altre categorie di concorso premiano invece lavori, inediti o inediti, prodotti dopo il 1° marzo 2017. Le opere possono essere realizzate in qualunque lingua, purché vengano sottotitolate in inglese. Due sezioni sono riservate a inchieste e reportage video di lunga durata (Investigative Long e Reportage Long; massimo

90 minuti, in palio 2.500 euro). Altre due premiano inchieste e reportage di media lunghezza (Investigative Medium e Reportage Medium; massimo 27 minuti, 1.500 euro). Una categoria a sé è dedicata ai servizi brevi (Short; fino a 12 minuti, 1.000 euro). Quest’anno viene infine introdotta la sezione Masters, una vetrina speciale per documentari, film e serie ad alto budget su temi di attualità. In tutte queste sezioni il termine per le iscrizioni è fissato al 20 febbraio 2018.

Il bando e il form per le iscrizioni sono online sul sito www.dig-awards.org.

I DIG Awards sono organizzati dall’Associazione DIG | Documentari Inchieste Giornalismi, in collaborazione con il Comune di Riccione e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna.