Gran finale per Piazze di Cinema con la proiezione di Amarcord di Federico Fellini in Piazza del Popolo

Cala il sipario sul festival cesenate dedicato al cinema classico e contemporaneo 

Cinema_20 luglio Piazza del Popolo, Credit PippofotoCESENA – Cala il sipario su Piazze di Cinema, il festival cesenate dedicato al cinema classico e contemporaneo che dall’ 11 luglio scorso ha animato Cesena, le sue corti e le sue piazze trasformandole in una grande arena diffusa, con proiezioni, incontri con attori e registi e iniziative non stop dedicate alla settima arte.

Appuntamento alle 21,45 in Piazza del Popolo per la proiezione di Amarcord di Federico Fellini.
Il film, che ha conosciuto un successo internazionale e per cui Fellini ha vinto l’Oscar come miglior film straniero, è la storia dell’adolescenza di Titta in un’ immaginaria cittadina della costa adriatica negli anni ’30, governata da un fascismo retorico e trionfante. Le dispute in famiglia tra il padre Aurelio e la madre Miranda, i sogni erotici ispirati dalla bella Gradisca, dalla disponibile Volpina e dalla tabaccaia dai grandi seni, le lezioni a scuola e le adunate del regime. Le situazioni si susseguono tra leggende di paese e la galleria variopinta dei suoi abitanti: d’inverno una grande nevicata, la nebbia nasconde tutto; d’estate il passaggio del Rex, le straniere al Grand Hotel, e lo zio matto in campagna.

La pellicola è stata restaurata da Cineteca di Bologna con il sostegno di yoox.com e il contributo del Comune di Rimini, in collaborazione con Cristaldi Film e Warner Bros. e sotto la supervisione di Giuseppe Rotunno e di Gianfranco Angelucci presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata.

Cinema_20 luglio Alba Rohrwacher, Credit PippofotoAlba Rohrwacher a Piazze di Cinema mercoledì 20 luglio
Folla, autografi e selfie per l’incontro ai Giardini Savelli con Alba Rorwacher, attrice del momento, pluripremiata, ospite d’onore della sesta edizione di Piazze di Cinema. L’attrice, ieri a Cesena, ha incontrato il pubblico in due momenti, ai Giardini Savelli per l’intervista e in Piazza del Popolo al termine della proiezione di Hungry Hearths.

Nella chiacchierata a tutto campo condotta dal direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli, Alba Rorwacher ha parlato degli esordi, dei “suoi “ registi, dei modelli da cui trarre ispirazione, dei personaggi spesso estremi interpretati.
“Come ho deciso di fare l’attrice? Forse da un desiderio di fuga, che ha portato me e mia sorella Alice a fare mestieri molto lontani dal mondo in cui siamo cresciute. Da bambina mi interessava fare un lavoro sul mio corpo, ero affascinata dagli acrobati, dal circo e nel teatro ho sperimentato questo lavoro fisico. Poi è arrivato il cinema, anche qui ho lavorato molto sul corpo, a volte anche in modo spericolato, estremo”.

Cesena, Cinema_20 luglio Farinelli-Rohrwacher-Castorri, Credit PippofotoAlba Rorwacher e i suoi registi
“Con Carlo Mazzacurati ero così emozionata che quasi non ricordo il dialogo, ero vittima di un’emozione fortissima. Poi con il tempo si impara a gestire queste sensazioni, si giunge al distacco. Soldini è un regista a cui devo la capacità di vedermi sempre diversa, mi ha insegnato a costruire il personaggio. Lavorare con Saverio Costanzo è stato partecipare ad un’avventura che poi è divenuta anche avventura nella vita. Con Alice Rorwacher avevo paura di lavorare, pensavo che ci saremmo potute uccidere per troppo amore, perché i grandi affetti come quello che mi lega a mia sorella portano con sé anche i conflitti, ma nel lavoro siamo riusciti a superarli”.

Come scegli i copioni? E come dici no?
“Non c’è una logica particolare, ogni volta che ho detto sì c’è stato qualcosa di diverso e di particolare che ho ritenuto interessante, mi lascio anche guidare dalla curiosità”.

A cosa stai lavorando? Si può sapere?
“Direi di no, il cinema è pieno di segreti”.

Piazze di Cinema è organizzata e promossa dal Comune di Cesena, Cesena Cinema e Fondazione Cineteca di Bologna con il sostegno della Regione Emilia Romagna.

Main sponsor dell’iniziativa: Romagna Iniziative, Gruppo Hera e PLT puregreen.
Sponsor: Centrale del latte di Cesena, Coop Alleanza 3.0, Credito Cooperativo Romagnolo.
In collaborazione con: Agis/Fice Emilia-Romagna, Aula didattica Monty Banks, Cineclub Image, Associazione Barbablù, Dynit, Distribuzione, Across the movies, Rocca Malatestiana bene comune, Il Foro Vivi Cesena, Zona A – Comitato valorizzazione centro storico.

Info, ospiti e programmazione giornaliera su www.piazzedicinema.it
Facebook/PiazzediCinema
Dove: Cesena (FC) – centro storico
Quando: dall’11 al 22 luglio
Inizio proiezioni: ore 21.45
Tutte le proiezioni sono a ingresso gratuito, eccetto quelle all’Arena San Biagio.
Ingresso in Arena: 5 Euro Con tessera; 5 film 20 euro
Promozione: Cesena Cinema, Comune di Cesena, Fondazione Cineteca di Bologna
In caso di maltempo, le proiezioni del Premio Monty Banks e quelle previste al Chiostro di San Francesco si terranno al cinema San Biagio in via Aldini 24, negli stessi orari. Le proiezioni di Piazza del Popolo e Piazza Amendola saranno al Foro Annonario, negli stessi orari. Le proiezioni di Piazza Bufalini saranno effettuate alla Biblioteca Malatestiana.