Giro d’Italia, viabilità: ecco i percorsi alternativi

giroitalia cialdiniMercoledì 18 maggio il via da piazza Roma, dove sarà allestito il Villaggio aperto al pubblico. Già dal giorno prima divieti di sosta e di transito in centro storico

MODENA – Piazza Roma sarà la cornice della partenza del Giro d’Italia da Modena mercoledì 18 maggio, con il Villaggio rosa aperto al pubblico già dalle 9 di mattina, mentre la partenza dei corridori è prevista per le 11.14, direzione Asolo in Veneto. Già dal giorno prima sono previsti divieti di sosta e di transito in alcune aree del centro per consentire, appunto, l’allestimento del Villaggio in piazza Roma.

Dalle 14 di martedì e fino alle 18 di mercoledì sarà quindi vietata la sosta davanti al PalaMolza per riservarla alla Carovana del Giro, in corso Canalgrande (dal civico 111 fino ai Giardini pubblici), in corso Vittorio Emanuele, in via 3 Febbraio, in piazzale San Domenico e in via Belle Arti, in via Caduti in Guerra fino all’intersezione con via San Giovanni del Cantone e in tutta via San Giovanni del Cantone.

Per i residenti in area Ztl è possibile utilizzare il Parcheggio del centro a un prezzo convenzione di 2 euro (per ogni accesso le 14 di martedì e le 20 di mercoledì), mentre la Polizia municipale ha predisposto un piano di percorsi alternativi, sia nell’area del centro storico sia lungo il percorso di avvio della tappa. I corridori, infatti, partiranno alle 11.45 in piazza Roma e sfileranno nel centro cittadino passando per via Farini, girando a sinistra sulla via Emilia e poi in via Ciro Menotti per attraversare il cavalcavia e dirigersi verso Nonantola. Saranno preceduti dalla carovana dei mezzi pubblicitari e le strade interessate dal passaggio della corsa verranno chiuse al traffico almeno un’ora prima. Non ci saranno ripercussioni sulla viabilità dell’anello della tangenziale (l’unica uscita chiusa sarà la 6), mentre per la via Repubblica Val di Taro, che non ha vie d’uscita alternative, è prevista una specifica comunicazione ai residenti: l’uscita sarà consentita sulla via Nonantolana tramite un by – pass sino a via Torrazzi per poi raggiungere la tangenziale, completa sospensione all’arrivo degli atleti. Una pattuglia della Polizia municipale sarà a disposizione di residenti e attività.

L’interruzione del traffico almeno un’ora prima del passaggio della corsa varrà anche per le strade provinciali percorse dalla tappa che, dopo Nonantola, prevede il passaggio da Ravarino, Camposanto e Finale Emilia per entrare nel ferrarese a Bondeno. Il traffico dei mezzi pesanti da Bomporto sarà deviato sulla Ravarino – Carpi (si raggiunge Modena utilizzando il Canaletto), mentre le automobili potranno utilizzare via Menarola in direzione Albareto.

In città, invece, per la zona di piazza Roma i percorsi alternativi prevedono l’utilizzo di viale Caduti in Guerra che, nel tratto compreso tra via San Giovanni del Cantone e Piazzale Natale Bruni, sarà percorribile a doppio senso di marcia. Pertanto l’uscita sarà prevista nella rotatoria di piazzale Natale Bruni dove una pattuglia della Polizia municipale gestirà i transiti.

In zona Musicisti saranno chiusi tutti gli accessi confluenti su via Ciro Menotti: percorsi alternativi via Verdi e via Bonacini. Dall’area di via Paolo Ferrari si utilizzano le uscite su Natale Bruni, in zona Mari l’uscita è su via Santa Caterina in direzione Malavolti – Tangenziale. Per la zona Torrenova si esce verso via Albareto, via Francia e tangenziale. In via Repubblica di Montefiorino l’uscita è su via Santa Caterina in direzione Malavolti – Tangenziale.

Per via Nonantolana (tra Ciro Menotti e via del Lancillotto) l’uscita è in direzione Est (Manfredo Fanti e Canaletto) e tangenziale. Per l’attraversamento della zona Sacca è consigliato il cavalcavia Cialdini, per la zona Torrazzi, lato sud le uscite sulla tangenziale agli svincoli 4 e 5; lato nord, da via Cavo Argine, direzione Albareto, via Francia e tangenziale in tutte le direzioni.

GIRO D’ITALIA, “TAPPA” ALLA RESIDENZA PER ANZIANI CIALDINI

Gli ospiti hanno realizzato un angolo “rosa” dedicato alla corsa con biciclette e immagini d’epoca. Venerdì 13 maggio, sfida con i bimbi della parrocchia di Sant’Antonio

Un angolo “rosa” dedicato al Giro d’Italia con giornali e immagini d’epoca, l’elenco di tutti i vincitori e due biciclette, una Bottecchia da corsa e una da donna, rimessa in sesto dai “nonni” ospiti della casa e dipinta pure lei di rosa, ma anche una “sfida” con i bambini della parrocchia di Sant’Antonio alla Cittadella. È così che gli anziani ospiti della Casa residenza Cialdini hanno deciso di festeggiare il passaggio a Modena del Giro d’Italia.

La sfida su due ruote tra i bimbi, nel parco che circonda la residenza, si è svolta nel pomeriggio di venerdì 13 maggio: il “via” è stato dato da Giulio Guerzoni, assessore allo Sport del Comune di Modena, poi “allenamento” nella salone interno sotto gli occhi attenti degli ospiti e, al termine della corsa, premiazione e merenda per tutti accompagnata dalle storie raccontate dai nonni ai bimbi.