Giro d’Italia, Castelfranco Emilia intitola ciclabile ad Alfonsina Strada

La cerimonia  in programma  mercoledì 18 maggioAlfonsina-Strada

CASTELFRANCO EMILIA (MO) – In occasione del passaggio nel modenese del Giro d’Italia, il Comune di Castelfranco Emilia intitola la pista ciclabile che collega Castelfranco Emilia alla frazione di Panzano ad Alfonsina Strada, l’unica donna che nella storia del Giro d’Italia abbia gareggiato con i maschi.

La cerimonia si svolge mercoledì 18 maggio, il giorno della partenza di tappa da Modena, dalle ore 17.30 con ritrovo all’inizio della pista ciclabile,in via per Panzano all’altezza del civico n. 44; dopo il taglio del nastro,alle ore 18,parte una gita in bici sul percorso della ciclabile stessa fino a Villa Sorra, dove sarà in funzione uno stand gastronomico.

Alfonsina Morini (coniugata Strada) nacque a Castelfranco Emilia nella frazione di Riolo il 16 marzo 1891, in una povera famiglia di braccianti agricoli. Nel 1901 il padre acquistò la prima bicicletta, un vecchio modello che fece sbocciare in Alfonsina una passione che durerà tutta la vita.

Alfonsina coltiva la passione per la bici fino a partecipare a competizioni locali, di nascosto dai genitori; scoperta la verità, la madre le dice che per continuare a correre deve sposarsi e andare via di casa, fu così che Alfonsina a 14 anni segue Luigi Strada e si trasferisce a Milano.
A Milano, con l’aiuto del compagno che la sostiene, diventato suo manager, conquista a sedici anni il titolo di «Miglior ciclista italiana», due anni dopo partecipa al Gran Prix di Pietroburgo, ricevendo una medaglia dallo zar Nicola II, due anni più tardi nel 1911 stabilisce il record mondiale di velocità femminile con oltre 37 chilometri orari.
Nel 1924, dopo aver partecipato a diverse competizioni ciclistiche si iscrisse al Giro d’Italia, prima ed unica donna che percorse tutto il tracciato del Giro, attraversando la penisola per 3.613 chilometri in 11 tappe; Alfonsina arrivò insieme agli altri ciclisti fino a Milano.