Giovedì 11 agosto, serata all’ippodromo di Cesena targata comune di Città di Castello e Mostra Nazionale del Cavallo

Non solo sport ma sinergie e progetti di sviluppo. I Sindaci Bacchetta e Lucchi: “Una vetrina per mettere in mostra eccellenze ed affrontare questioni comuni”

ECHO6_sorpassoraceoffCESENA – Cavalli, promozione del territorio, progetti di sviluppo e tanto altro nella serata di corse al trotto all’ippodromo di Cesena in programma, giovedi 11 agosto, targata comune di Città di Castello e Mostra Nazionale del Cavallo attraverso premi legati al palinsesto dell’ippica nazionale. Una consuetudine, quella di mezza estate all’ippodromo di Cesena, che ormai si ripete in maniera più o meno continuativa dagli anni ’80 quando il cavalier Riccardo Gualdani, allora presidente della Mostra Nazionale del Cavallo, ideò questa fortunata iniziativa di abbinare alcuni premi delle corse previste dalla programmazione nazionale nell’impianto ippico cesenate, al comune tifernate ed alla sua rassegna più prestigiosa nel settore equestre.

Quella in programma giovedi 11 agosto con inizio della riunione di corse previste per le ore 21, sarà anche una preziosa occasione, come accaduto in passato nelle varie edizioni che si sono succedute, di rinsaldare i legami di amicizia e possibili sinergie istituzionali con il versante romagnolo della valle del Savio e con il comune capofila, Cesena spesso insieme al comprensorio umbro-toscano della valtiberina, su questioni di scottante attualità come la promozione del territorio su area vasta e il potenziamento delle infrastrutture viarie a partire dalla superstrada E45, come hanno tenuto a sottolineare alla vigilia della serata all’ippodromo, i sindaci di Città di Castello, Luciano Bacchetta e di Cesena, Paolo Lucchi. “La passione per i cavalli, per la promozione delle attività legate allo sviluppo agricolo e turistiche eco-sostenibili unitamente a progetti di valorizzazione delle peculiarità di due territori limitrofi – hanno dichiarato Bacchetta e Lucchi – sono temi comuni che, grazie anche alla felice occasione estiva della serata all’ippodromo dedicata alle istituzioni e alla mostra del cavallo di città di castello, che tra l’altro quest’anno festeggia il mezzo secolo di attività, hanno la possibilità di essere veicolati ad una vasto pubblico. In particolare sul versante della viabilità e delle questioni conneesse alla improcrastinabilità di interventi di messa a norma e sicurezza in particolare anche del tratto umbro-tosco-romagnolo della superstrada E45, da sempre Città di Castello e Cesena, quali comuni capoluogo dei due comprensori hanno attivato iniziative unitarie per fare sentire la propria voce e quella dei cittadini e automobilisti che sono costretti da troppo tempo a subire disagi e disservizi a causa del fondo stradale in condizioni pessime. Il recente incontro a Roma presso il ministero, che ha registrato la presenza di amministratori e tecnici degli enti locali fa ben sperare sul futuro e sulla possibilità di interventi adeguati per la messa in sicurezza della importante arteria”.

A Cesena, giovedi prossimo in rappresentanza dell’amministrazione comunale ci sarà anche l’assessore allo sport, Massimo Massetti, che sottolinea il connubio storico con la mostra nazionale del cavallo giunta al traguardo delle cinquanta edizioni, che proprio all’ippodromo cesenate, uno dei migliori impianti del trotter estivo nazionale, avrà la possibilità di farsi conoscere ulteriormente ad un vasto pubblico di appassionati dei cavalli e tante famiglie che ogni stagione fanno registrare numeri record di presenze: per questo un sentito grazie alla Hippogroup Cesenate e al direttore generale, Marco Rondoni, che ogni anno mette a disposizione prestigiosi premi nella vetrina del trotto che conta”. Accanto al comune di Città di Castello e alla sua mostra del cavallo ci saranno anche due premi legati all’attività dell’allevatore umbro, Sergio Carfagna (già consigliere della mostra nazionale del cavallo) e allo stallone Iglesias (balzato agli onori della cronaca per essere stato rapito e poi ritrovato e tornato alle corse) che ora, dopo l’addio alle piste, sta svolgendo con successo e risultati l’attività di “riproduttore” presso il centro di allevamento di Marco Folli a Mordano – Si allega programma ufficiale della riunione di corse al trotto con premi realtivi e dotazioni economiche.
CDCNOT/16/08/09/COMINLINEA/112/GGAL

MOSTRA NAZIONALE DEL CAVALLO DI CITTA’ DI CASTELLO – SCHEDA
La Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello festeggerà dal 9 all’11 settembre 2016 la 50^ edizione con un programma all’altezza del prestigio e della storia della manifestazione. Grazie al contributo di Regione dell’Umbria e Comune di Città di Castello e con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, si punterà alla qualità degli eventi per ovviare al ridimensionamento dell’area della Fattoria Autonoma Tabacchi di Cerbara, dovuto quest’anno alle esigenze produttive della proprietà. L’evento clou sarà il Campionato Europeo Seniores di Monta da Lavoro Tradizionale, con il quale la Fitetrec-Ante porterà a Città di Castello l’élite della disciplina a livello continentale. La novità dell’anno sarà Eco Natura, il salone del turismo rurale, che, sotto l’egida dell’Unesco e della Regione dell’Umbria, promuoverà soggiorni di qualità a contatto con l’ambiente. Confermato l’appuntamento immancabile con il Gran Gala Night of the Stars, che per festeggiare i 50 anni della Mostra presenterà per la prima volta numeri a cavallo ispirati alla storia, alla cultura, alle tradizioni di Città di Castello e dell’Umbria. Info: 075-8559660
Fax:0758522251- Email: info@mostradelcavallo.com – www.mostradelcavallo.com

A CITTA’ DI CASTELLO DAL 9 ALL’11 SETTEMBRE, LA PRIMA EDIZIONE DI ECO NATURA, SALONE DEL TURISMO RURALE
Un intero padiglione della Fiera di Città di Castello, in provincia di Perugia, dal 9 all’11 settembre prossimo, in occasione della 50esima edizione della Mostra Nazionale del Cavallo, sarà dedicata al Salone del Turismo Rurale Eco Natura, sotto l’egida dell’Unesco, che ha dato il suo patrocinio all’evento insieme alla Regione dell’Umbria e alle principali associazioni di settore. Strutture ricettive e operatori turistici che operano nell’ambito rurale di qualità avranno a Città di Castello un’opportunità in più di visibilità e di incontro con Tour Operator specializzati, associazioni sportive e di territorio, stampa di settore ed esperti. Il pubblico che visiterà il Salone, dal canto suo, potrà conoscere da vicino piccole e grandi realtà turistiche rurali, approfondire i temi di interesse e farsi cucire addosso pacchetti ad hoc “amici dell’ambiente e della natura”. Il Salone sarà anche l’occasione per presentare al pubblico e agli operatori il progetto In.Itinere, che vede sei regioni del Centro Italia -Umbria (capofila), Marche, Lazio, Toscana, Abruzzo e Sardegna- unite per la promozione di un’offerta di viaggio originale, che si colloca fuori dai circuiti del turismo di massa, sempre più alla ricerca di esperienze autentiche, di un rapporto vivo e profondo con la natura, le produzioni e le popolazioni locali, lontane dal turismo di massa.