Giovanni Franciosi “Riviera blues” – Museo della Città di Rimini oggi per Frontespizio

Franciosi_Riviera-bluesRIMINI – Questa è la storia di Eddy Yello, giovane stilista di talento, e del suo muoversi apparentemente disinvolto nel mondo della moda, un universo corrotto dove i giochi sono condotti da personaggi di dubbia moralità.

Il Dio Profitto detta le regole, calpestando umanità, tra sesso, droga e pedopornografia.

Eppure il senso di colpa brucia, si insinua nella trama, dove i ricordi improvvisamente ritornano e i sogni che si rincorrono a ritmo di musica, in un on the road mozzafiato vissuto tra Milano, Parigi, New York, Riccione, Las Vegas e New Orleans.

Giovanni Franciosi è nato e cresciuto a pane, moda e musica. Profondo conoscitore di mainstream e tendenze del pianeta Fashion e Socialite nei migliori party ed happenings della scena internazionale, è stato Retail Manager di Maison italiane, francesi e americane. Personal Stylist, svezzato con i grandi della Moda italiana nella Milano da bere degli anni novanta, ha poi spiccato il volo verso le fashion week di Parigi, Londra, Tokyo e New York e i multibrand stores di Los Angeles.

Dj radiofonico e cultore di blues, rock, R&B e soul americano.
www.cinquantuno.it

FRONTESPIZIO. Piccola rassegna di libri nuovi

Come la prima pagina interna, che di un libro fornisce gli elementi essenziali e sostanziali, questa rassegna vuole accompagnare i lettori davanti alla porta di ingresso di nuovi testi.

L’etimo della parola Frontespizio (dal tardo latino frontispicium, composta di frons, frontis ‘fronte’ e del tema di specere ‘guardare’), evoca l’atto di guardare un volto, che restituisce la conoscenza delle principali espressioni e dei caratteri peculiari di una persona.

Anche queste presentazioni ci faranno incontrare il volto di un libro e insieme quello del suo autore.

Presentare equivale anche a declinare al presente, al qui e ora, gli infiniti argomenti legati all’arte della scrittura.

La presenza in sala dell’autore è dunque un’occasione per collocare il pubblico in una inedita postazione, aggiuntiva rispetto alla lettura del libro. Conoscere le premesse dalle quali quel testo nasce, gli intenti dai cui lo scrittore è partito per costruirne l’impalcatura, offre un importante arricchimento di senso.

Quando si diffuse il termine italiano “Frontespizio”, agli inizi del XVII secolo, le pagine di apertura di un libro contenevano, oltre ai nomi e ai titoli, anche un’architettura di immagini: colonne e timpani, figure allegoriche e oggetti simbolici erano disegnati e incisi a decorazione e viatico di quelle porte d’ingresso al testo.
Massimo Pulini

L’incontro, a ingresso libero, si terrà giovedì 25 maggio 2017 alle ore 17.30 nella Sala degli Arazzi del Museo della Città “Luigi Tonini” (via L. Tonini 1, Rimini)
info 0541 793851

www.museicomunalirimini.it

FRONTESPIZIO piccola rassegna di libri nuovi

Giovedì 25 maggio 2017 ore 17.30

incontro con

Giovanni Franciosi
Riviera blues
Edizioni Caosfera