Giovane agente della Polizia Municipale di Bologna investito in servizio

L’incidente ieri sera in viale Lenin. Ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Maggiore

Polizia municipaleBOLOGNA – Un agente del Corpo di Polizia Municipale di Bologna, Filippo Zondini, 31 anni, è stato investito ieri sera verso le 21.30 in viale Felsina a Bologna durante un servizio di viabilità necessario a fluidificare la circolazione del traffico intasata a causa di un incidente. L’agente, da poco assunto e in forza al reparto territoriale del Quartiere Savena, è ricoverato all’ospedale Maggiore in prognosi riservata.
Alle 20.15 di ieri, 22 dicembre 2016, la pattuglia composta dall’agente e da una collega viene inviata in viale Lenin, all’incrocio con viale Felsina, per un incidente stradale. Giunti sul posto, visti i danni ingenti del sinistro e la conseguente situazione critica del traffico, gli agenti chiedono rinforzi e si dedicano ad attenuare i problemi di viabilità. Arrivano altri vigili e l’agente Zondini si posiziona sul viale Lenin all’altezza dell’intersezione con viale Felsina, in direzione centro. L’area, illuminata dai lampioni, tutti funzionanti, viene messa in sicurezza e resa visibile con coni sulla carreggiata. Un veicolo della Polizia Municipale con lampeggianti blu in funzione è fermo all’incrocio e altre due auto, sempre con i lampeggianti in funzione, stazionano sulla carreggiata opposta. Tutti i vigili indossano l’uniforme di servizio, il cappello e il giubbetto giallo rifrangente, e l’agente Zondini ha in mano anche la paletta per regolare il traffico. Ma tutto questo non è bastato al conducente di una Citroen Picasso, T.R, italiano di 68 anni, che verso alle 21.30, a forte velocità, percorre viale Lenin in direzione centro e investe l’agente. Dopo un volo di una decina di metri, il vigile atterra al suolo battendo la testa e quando arriva l’ambulanza è privo di conoscenza. I rilievi dell’incidente sono stati condotti dalla Polizia Stradale.
Il sindaco Virginio Merola, insieme al Comandante della Polizia Municipale, Romano Mignani, segue direttamente la vicenda ed è in contatto con la famiglia dell’agente investito, augurandosi di avere presto buone notizie sulle sue condizioni di salute.