“Giornata mondiale dell’Autismo – 2 aprile 2017”, tutti gli appuntamenti ferraresi.

Inaugurazione nuova sede e camminata solidale

cartolina-2-aprileFERRARA – Si è svolta nella mattinata di mercoledì 29 marzo nella sede dell’assessorato alla Sanità del Comune di Ferrara, la conferenza stampa di presentazione degli eventi della “Giornata mondiale dell’Autismo – 2 aprile 2017”.

Per illustrare i contenuti e gli appuntamenti organizzati a Ferrara accanto all’assessora Chiara Sapigni sono intervenuti la vice presidente dell’associazione “Dalla terra alla Luna” Mariella Ferri, Paola Carozza (responsabile Dipartimento Salute mentale Ausl Ferrara) e Franca Emanuelli (Unità Operativa Neuropsichiatria Infantile – Ausl FE) .

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) – Appuntamenti a Ferrara dell’1, 2 e 8 aprile 2017

Anche Ferrara aderisce alla Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo istituita dall’ONU nella giornata del 2 aprile, e lo fa con una serie di iniziative.

foto 29 mar2017 sapigni 1Si inizia sabato 1 aprile alle 18 con la proiezione alla sala Boldini di Ferrara del film “Life animated” di Ross Williams, a cura di Arci in collaborazione con Associazione Dalla Terra alla Luna onlus. I classici Disney hanno scandito l’infanzia di noi tutti ma per Owen, affetto da una grave forma di autismo, hanno avuto un significato particolarmente importante. Chiuso in se stesso e incapace di elaborare le proprie emozioni trova proprio nei film Disney un tramite per sviluppare un modo del tutto alternativo ed eccezionale di esprimersi attraverso la voce dei suoi eroi. Tratto dal Premio Pulitzer Ron Suskind «Life, Animated: A Story of Sidekickis, Heroes and Autism».

Domenica 2 aprile alle 9.30 con ritrovo in via Calzolai 219 (sede associazione) è in foto_29mar2017_sapigni_2programma “Camminiamo Insieme”, iniziativa sportiva non competitiva di 5 chilometri. L’idea è quella di organizzare una camminata in cui non vi sia UN vincitore, o UNA vincitrice, ma vi siano gruppi formati da almeno 2 persone, coppie, amici, genitori e figli, classi scolastiche, paesani, perfetti sconosciuti che desiderano camminare INSIEME durante questa camminata particolare. Garantiranno la scorta tecnica il Motoclub Pompone ed i Free Bikers “Just for Fun”. E’ prevista una quota di iscrizione minima di 7,00 € per coprire le spese organizzative e che darà diritto ad una maglia e un pacco gara.

Sempre in via Calzolai 219 domenica alle 12 inaugurazione della nuova sede dell’associazione “Dalla terra alla Luna” con il taglio del nastro, la buona compagnia, le buone cose che prepareranno i ragazzi del laboratorio di cucina.

– Domenica 2 aprile ore 18 in Piazza Svonarola Il mondo si tinge di blu, colore simbolo della consapevolezza dell’autismo. Anche Ferrara aderisce alla chiamata dell’ONU illuminando di blu la suggestiva statua del Savonarola.

– Sabato 8 aprile alle 10, nella sala incontri di Palazzo Bonacossi in via Cisterna del Follo 5, convegno pubblico dal titolo “I servizi e le reti integrate per persone con autismo: a che punto siamo?”

Altri appuntamenti:

  • 23 e 31 marzo, 1 aprile 2017 Seminario «Fare rete per valutare e progettare l’intervento» – Il seminario è gratuito e rivolto a docenti delle scuole di ogni ordine e grado e aperto a genitori, operatori scolastici e sanitari. Il programma prevede due incontri in plenaria il 23 e 31 marzo, e una serie di workshop paralleli il 1 aprile nella scuola sede del CTS. (Per info : http://fe.cts.istruzioneer.it/)
  • 2 aprile 2017 dalle 16.30 nella sede del Centro per bambini e genitori «L’albero delle meraviglie» in via N. Cavalieri 38 a Comacchio (FE) “Il cielo è sempre più blu”, animazione, merenda, giochi e momenti di condivisione sul tema ed esperienza di vita

Per info: www.dallaterraallaluna.org
Pagina fb – Dalla Terra alla Luna

L’Associazione ” Dalla terra alla luna” nasce nel gennaio 2002, come gruppo spontaneo di famiglie accomunate dall’esistenza di un famigliare affetto da autismo o da alterato sviluppo psicologico. Nel tempo sono entrati a far parte dell’associazione anche specialisti : educatori professionali, volontari ed amici. L’intento dell’associazione è fornire un’assistenza davvero completa, rivolta non solo al soggetto in difficoltà ma anche alla famiglia ; il sostegno va fornito attraverso l’arco di tutta la vita. Queste sono le ragioni che portano l’ Associazione a sviluppare e rendere sempre più articolata la propria offerta di intervento : quindi non solo interventi psico-educativi miranti alla crescita delle autonomie personali e sociali dei soggetti, ma anche coltivazione di abilità lavorative, in modo da favorire al massimo il percorso di autonomia. E’ chiaro che per il raggiungimento di tali obiettivi l’associazione deve poter contare non solo sulle proprie forze, ma anche su un continuo scambio e collaborazione con il Servizio Pubblico. Ogni bambino, ragazzo e giovane adulto segue un progetto personalizzato che attraverso i laboratori e le varie attività raggiunge obiettivi finalizzati ad aumentare le proprie competenze personali. Negli anni sono stati attivati laboratori ed attività in vari settori : Orto, Falegnameria, Cucina, Riciclo, Palestra, Uscite in autonomiaL’ Associazione ha acquistato un immobile rurale situato all’interno del Parco Urbano Cittadino ; questa struttura possiede un insieme di caratteristiche felicemente rispondenti ad un Progetto integrato di inserimento sociale, assistenziale e lavorativo.L’ubicazione della fattoria sociale offre ad alcuni utenti la possibilità di muoversi in autonomia utilizzando i mezzi pubblici o spostandosi a piedi e/o in bicicletta grazie alla fruibilitàdell’ attigua pista ciclabile.Tutto ciò significa avere finalmente la possibilità di far nascere una realtà socio-occupazionale, con lo scopo di mantenere stabilmente tutte le abilità acquisite nel tempo da molti “utenti” che verranno coinvolti nel Progetto e di diventare un punto di formazione permanente per il territorio in collaborazione con gli Enti socio-sanitari esistenti.Per i nostri ragazzi il lavoro agricolo significa la chiarezza delle mansioni, collaborazione in piccoli gruppi, possibilità di allontanarsi da eventuali stimoli negativi senza correre rischi, sviluppo di nuove competenze e mantenimento di quelle già acquisite.Tutto questo in un contesto naturale che renderà l’esperienza una “best practice” che, adeguatamente sostenuta, darà non solo grande beneficio ai nostri ragazzi ma potrà anche attirare imitatori sul nostro territorio e costituire un’opportunità per l’economia locale.