I giganti del mare arrivano a Ferrara

mostra-cetaceiDall’11 giugno al via la mostra  al museo civico di Storia Naturale

 FERRARA – Sabato 11 giugno alle 18 al museo civico di Storia Naturale al via la mostra ‘Pesci? No grazie, siamo mammiferi!’ sui giganti del mare per raccontare la biologia, l’evoluzione e i comportamenti, attraverso reperti, modelli, immagini e filmati. L’esposizione rimarrà allestita nelle sale del museo di via de Pisis 24 per un anno, fino al 4 giugno 2017.

L’iniziativa è stata illustrata stamani in conferenza stampa dal direttore del Museo Stefano Mazzotti, assieme all’assessore alla Cultura Massimo Maisto, ai collaboratori scientifici Valerio Manfrini (Zoomarine Italia e Centro Studi Cetacei Onlus), Cristiano Bertolucci (UNIFE) e Marco Bondesan (Associazione Naturalisti Ferraresi), ai rappresentanti degli sponsor: Gianni Cerioli della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, Milena Nappo presidente Lions Club Ferrara Host e Andrea Vicentini di Coop Alleanza 3.0, oltre a Mattia Lanzoni in rappresentanza del Parco del Delta del Po Emilia Romagna.

“I cetacei – ha dichiarato Stefano Mazzzotti – sono forse gli animali che con i loro lunghi spostamenti rendono più globale il nostro pianeta e sono un simbolo della tutela della biodiversità. La mostra che abbiamo voluto dedicare loro è frutto di un lungo lavoro di grande valore scientifico che ha visto il coinvolgimento di diversi musei e atenei, oltre al supporto fondamentale di diversi sponsor, e durante tutto l’anno in cui rimarrà allestita ci offrirà l’occasione per organizzare conferenze, moduli didattici, appuntamenti scientifici per le famiglie e tante altre iniziative legate al mondo di questi straordinari mammiferi”.

“Imostra cetacei Ferraral Museo di Storia naturale – ha sottolineato Maisto – da anni si impegna su tanti fronti, dalla ricerca alla didattica, con risultati che ne hanno determinato un’evoluzione in termini di credibilità e visibilità ben oltre i confini cittadini. E ora questa mostra gli offrirà un’ulteriore occasione di slancio e crescita anche nei rapporti con altre istituzioni scientifiche, a beneficio dei cittadini che lo frequentano”.

Ad accogliere i visitatori della mostra, nell’atrio del museo, è un grande murale dipinto da Lisa Laurenti che riproduce a grandezza naturale una balenottera comune, a cui è stata attaccata, in corrispondenza della mandibola, una vera mandibola ritrovata da un pescatore di Porto Garibaldi e appartenente a un esemplare di un anno e mezzo (v. foto). Il percorso espositivo prosegue poi presentando altri reperti, accanto a modelli di cetacei di dimensioni reali, filmati, immagini e un digital diorama. Mentre a fare da colonna sonora alla visita sono i sofisticati canti delle balene.