Ghirlandina, visite guidate il 17 aprile Pasquetta ed il 25 aprile

Sulla Torre e nelle Sale storiche di Palazzo comunale in piazza Grande alla ricerca di “Eroi dei miti e della storia”. Sabato 29 aprile visita dedicata a valenze civiche e religiose

absidi duomo e ghirlandina dalla bonissima verticaleMODENA – Nuove visite guidate sulla Ghirlandina offrono a modenesi e visitatori l’occasione di salire o di risalire sulla Torre civica simbolo di Modena, sito Unesco patrimonio dell’umanità con Duomo e piazza Grande, e a vederla da un diverso punto di vista.

Il primo appuntamento in programma si svolge alle 14.30 di lunedì 17 aprile Pasquetta (la domenica di Pasqua la torre non è visitabile), con replica il 25 aprile, festa della Liberazione, sempre alle 14.30.

La proposta è quella di una visita combinata che comprende oltre alla Ghirlandina, da cui si parte, anche le Sale storiche di Palazzo comunale in piazza Grande. Il titolo è “Eroi dei miti e della storia. Re David, il Potta, Ercole e Ottaviano contendono il cuore dei modenesi a San Geminiano. Ogni centimetro dello spazio pubblico ingaggia battaglia contro il tempo”.

Sabato 29 aprile, alle 17.30, Eleonora Fantini per AR/S Archeosistemi guiderà i partecipanti gradino dopo gradino, nell’approfondimento dell’architettura della Torre. La visita, che si intitola “La storia della Ghirlandina nella doppia valenza civica e religiosa”, porterà alla conoscenza di marmi, metope, pietre, capitelli e vicende dei suoi abitanti: i Torresani.

La partecipazione alle visite guidate sulla Ghirlandina, per un massimo di 25 persone, è gratuita previo il pagamento del biglietto di ingresso (3 euro per la sola torre, 6 euro il biglietto unico per tutto il sito Unesco). Prenotazione obbligatoria al tel. 059 2032434 durante gli orari di apertura della Ghirlandina: da martedì a venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 19; al sabato e nei festivi apertura con orario continuato dalle 9.30 alle 19 (ingressi fino a mezz’ora prima della chiusura) oppure via mail (torreghirlandina@comune.modena.it).

Informazioni on line (www.visitmodena.it).