Forlì: Inceneritore Mengozzi, nessun aumento di portata oraria dei rifiuti trattati

Approvata dalla Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna la Valutazione di Impatto Ambientale dell’impianto. Sindaco e Assessore Zaccarelli: “Un risultato a tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente”

comune-di-forliFORLÌ – “La Valutazione di Impatto Ambientale sull’inceneritore Mengozzi, approvata dalla Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna insieme alla nuova Autorizzazione Integrata Ambientale, è un risultato importante che giunge in esito ad un lungo e proficuo percorso di confronto tra Regione, Amministrazione Comunale, Università e gestore. La nuova Autorizzazione si caratterizza per l’aumento e per l’aspetto innovativo dei sistemi di monitoraggio e di controllo, a ulteriore garanzia della salute dei cittadini e a tutela dell’ambiente”.
Queste le parole del Sindaco di Forlì, Davide Drei, e dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Forlì Nevio Zaccarelli, dopo l’avallo, da parte della Regione, della nuova AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) relativa all’inceneritore di rifiuti speciali, dopo oltre un anno di trattativa.
L’istruttoria tecnica della Conferenza dei Servizi per la Valutazione di Impatto Ambientale e la relativa Autorizzazione di Impatto Ambientale ha confermato la potenzialità complessiva dell’impianto, rimasta invariata a 32 mila tonnellate annue, respingendo la richiesta di incremento orario che rimane dunque a 4.000 kg/ora, e ha concesso esclusivamente una flessibilità operativa del 20%, a fronte di una significativa riduzione delle emissioni fino al 40%.
Da parte della Società Mengozzi SpA e dell’Amministratore Delegato di Eco Eridania, nuovo azionista della Mengozzi SpA, è stato ribadito in sede istituzionale l’impegno a proseguire sul piano del costante miglioramento della sicurezza e della qualità ambientale, un impegno su cui vigileranno l’Amministrazione Comunale di Forlì, le Associazioni Ambientaliste e i rappresentanti dei Quartieri.
Numerose sono infatti le prescrizioni individuate nell’AIA e nel Protocollo d’intesa siglato tra Regione, Arpae, Ausl della Romagna, Comune di Forlì, Dicam-Università di Bologna e Mengozzi SpA per migliorare il sistema dal punto di vista gestionale e ambientale, nel rispetto dei risultati attesi.
Nell’ambito dell’AIA è prevista la costituzione di un Comitato Tecnico Permanente (CTP) formato da Enti di controllo, Amministrazione Comunale e Università, che potrà interrompere l’Autorizzazione condizionata, nel caso vengano accertate inadempienze o inefficienze. Inoltre, si è ritenuto opportuno avviare azioni di ricerca e di studio, nell’ottica di un percorso condiviso tra Amministrazione, Università e gestore, per verificare, con la massima trasparenza, tutti i processi produttivi, attraverso modalità gestionali di carattere innovativo, in una logica di continuo miglioramento e ottimizzazione delle performances ambientali e di sostenibilità.
All’interno di questo percorso, definito da un Accordo volontario, è prevista anche la costituzione di un Tavolo Tecnico Scientifico (TTS) che avrà tra le altre funzioni quella di supportare il Comitato Tecnico Permanente nella valutazione dei dati e nella verifica della congruità dell’impianto rispetto ai valori autorizzati e che potrà operare in accordo con il Tavolo delle Associazioni Ambientaliste di Forlì (TAAF). Tutti i dati rilevati dal Comitato Tecnico e dal Tavolo Tecnico saranno pubblicati sul sito del Comune di Forlì.