Fethi Hammami ricevuto oggi a Rimini

Il Premio Nobel per la Pace 2015 in visita per il fethi hammamiFestival “Interazioni”

RIMINI – Questa mattina il vicesindaco Gloria Lisi ha ricevuto in Residenza Comunale Fethi Hammami, membro del comitato direttivo della “Lega tunisina per i diritti dell’uomo”.

L’associazione, insieme all’Ordine nazionale degli avvocati di Tunisia, all’Unione generale tunisina del lavoro, alla Confederazione tunisina dell’industria, fa parte del famoso “Quartetto per il dialogo” che ha vinto il Premio Nobel per la Pace 2015 per il ruolo decisivo svolto nella fase di mediazione politica durante il cambiamento di regime in seguito alla rivoluzione che ha portato alla fine della dittatura di Ben Alì in Tunisia. Hammami è in questi giorni a Rimini per partecipare ad “Interazioni”, il festival dedicato all’integrazione e allo scambio interculturale che in questa 16esima edizione si è focalizzato in particolare sul dramma dei profughi. L’esperienza di Hammami e della Lega tunisina per i diritti dell’uomo è portata ad esempio di come attraverso percorsi si possa compiere una rivoluzione politica, capace di dare risultati duraturi nel tempo.

Il vicesindaco Lisi ha ringraziato Hammami a nome della città, ricordando come nel 2011 dopo la primavera araba Rimini accolse i primi migranti dalla Tunisia, mentre oggi, dei profughi ospitati nella nostra città, nessuno è tunisino: una dimostrazione concreta dei risultati ottenuta dall’opera di pace condotta dal “Quartetto per il dialogo”. Fethi Hammami ha invece sottolineato i tratti comuni – storici e culturali – che esistono tra Italia e Tunisia, paesi legati da rapporti di amicizia e cooperazione e ha dimostrato particolare interesse per la storia romana di Rimini. “Mi piacerebbe – ha detto – creare una collaborazione e uno scambio tra Rimini e la mia città, Sfax, dove ci sono tante rovine di epoca romana”.