Festa in piazza Garibaldi per il 25 aprile a Parma

comune di Parma logoVietata la vendita di alimenti e bevande in contenitori di vetro o latta nel quadrante attorno alla piazza. Sì alla collocazione di erogatori di bevande alla spina

PARMA –  In vista della manifestazione per le celebrazioni del 25 aprile 2016, che si terrà a Parma in Piazza Garibaldi il prossimo 25 aprile, il comune al fine di prevenire possibili episodi di vandalismo, in particolare l’abbandono al suolo ed il lancio di bottigliette di vetro o lattine ai danni di automobilisti e passanti ha adottato apposita ordinanza con cui si ordina agli esercenti attività di somministrazione di alimenti e bevande, attività commerciali in sede fissa e in forma ambulante e attività artigianali di produzione e vendita di beni alimentari, operanti all’interno del perimetro delimitato dalle seguenti strade: B.go G. Tommasini, Via N. Sauro, Strada Cavestro, P.za della Steccata, Via Mameli, Via Mistrali, B.go XX Marzo, il divieto assoluto di somministrazione e vendita di bevande ed alimenti in contenitori di vetro e di latta di qualunque genere, prevedendo in sostituzione la somministrazione/vendita in contenitori di carta o plastica, fatta salva la somministrazione ad avventori seduti ai tavoli dei pubblici esercizi che si avvalgono di spazi esterni ai locali occupati in concessione, per tutto il periodo di durata della manifestazione di cui sopra e, precisamente, dalle ore 11,00 di lunedì 25 aprile 2016 fino alle ore 02,00 di martedì 26 aprile 2016;

Il provvedimento è adottato in base a quanto previsto dal vigente Regolamento per la convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nei centri urbani. Sarà consentito agli esercenti la somministrazione di alimenti e bevande, la collocazione di erogatori di bevande alla spina all’esterno dei locali di esercizio, trattandosi di una particolare ricorrenza rilevante per un intero comparto;

La collocazione di erogatori di bevande alla spina all’esterno dei locali di esercizio è autorizzata nel rispetto del divieto assoluto di somministrazione e vendita di bevande ed alimenti in contenitori di vetro e di latta di qualunque genere, prevedendo in sostituzione la somministrazione/vendita in contenitori di carta o plastica.

L’inosservanza alla ordinanza rappresenta l’illecito amministrativo ed è punibile con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25,00 ad Euro 500,00, con pagamento in misura ridotta pari ad Euro 50,00.

La vigilanza sull’ottemperanza sarà effettuata dalla Polizia Municipale e dalle Forze di Polizia