Festa Artusiana: Il Marietta 2016 è il pensionato Mario Maurizi di Vicenza

Maurizi - MezzanottePremiati i Marietta ad Honorem Renato Brancaleoni e Lisa Casali

FORLIMPOPOLI  (FC) – Ha dovuto fare quasi 90 chilometri per trovare la spatola, l’ingrediente cardine della sua ricetta, tanto da prender l’auto e da Vicenza andare a Chioggia, per poi portarla a Forlimpopoli. Dire che ne è valsa la pena, forse è persino riduttivo. Perché Mario Maurizi, “professione” pensionato di Vicenza, alla fine ha convinto tutti e con le sue “Linguine risottate alla spatola con pomodorini datterino” ha conquistato il Premio Marietta 2016.

Casali - CaselliUna scelta non facile ha ammesso la presidente della giuria, Verdiana Gordini, arrivata “dopo una lunga discussione perché tutti i partecipanti hanno presentato piatti molto legati al territorio con grande sapienza”. Alla fine la scelta è andata al piatto di Maurizi per tre parole chiave: “semplicità, chiarezza e autenticità”.

A premiare il pensionato con un assegno di mille euro Mario Mezzanotte di Conad, gruppo sostenitore del premio riservato a cuochi dilettanti: “Da tre anni sosteniamo questo premio perché intende la cucina come convivialità e socialità: un piatto ha senso se lo si condivide. Questo è lo spirito artusiano, questo il messaggio di Conad”. A tutti partecipanti sono andati anche 5 kg di pasta, messi in palio sempre da Conad. Grandini -Brancaleoni

Incredulo al momento della premiazione il 66enne Maurizi che non si aspettava la vittoria: “L’amore per la cucina me lo ha trasmesso la mia compagna, prematuramente scomparsa. Tutto quello che faccio in cucina, lo faccio pensando a lei, alla sua passione che mi ha trasmesso. I 5 kg di pasta li donerò a una onlus di Vicenza che si occupa di cibo a chi non ne ha”.

Foto gruppo Marietta HonoremNel corso della serata premiati anche i Marietta ad Honorem, Renato Brancaleoni e Lisa Casali. Il “Re del Fossa” è stato premiato dal sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini: “Un onore premiare uno dei numeri uno in Italia dei formaggi”.

Brancaleoni non si è sottratto a un’analisi del mondo dei formaggi nel nostro Paese: “Abbiamo un patrimonio di sapori superiore persino alla Francia, dobbiamo solo saperlo raccontare meglio. Purtroppo diamo per scontato ciò che ci circonda”.

A premiare Lisa Casali, l’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Simona Caselli. “Il tema del riuso e del consumo etico e consapevole è la scommessa degli anni a venire. Brava Forlimpopoli a metterlo al centro della riflessione in questa edizione della Festa Artusiana”.

Felice l’inventrice dell’eco cucina Lisa Casali: “Sono contenta per due ragioni: è il mio primo importante riconoscimento dopo dieci anni di esperimenti, e questo mi convince che siamo nella gusta strada; in secondo luogo sono forlivese e ricevere un premio a casa, mi dà ancor più soddisfazione”.

Denio Derni, conduttore della serata, ha dato appuntamento all’edizione 2017 del Premio.

Informazioni

Ufficio Cultura tel. 0543-749234-5 (orario 8-13; durante la Festa 16-21).

Mail: info@festartusiana.it promozione@comune.forlimpopoli.fc.it

Siti: www.festartusiana.it www.forlimpopolicittartusiana.it

Forlimpopoli, 27 Giugno 2015