Ferrara: Via al progetto di residenze per giovani artisti

Entro venerdì 30 giugno 2017 le adesioni per la selezione nazionale di soggiorno e lavoro a Milano. “ENGAGE. Public School for Social Engagement in Artistic Research” è un programma di formazione e ricerca

logo-comune-ferraraFERRARA – “Engage” è un progetto nazionale di residenze per giovani artisti a cui è possibile partecipare presentando la propria candidatura entro venerdì 30 giugno 2017 a: archivio@viafarini.org.

A segnalarlo è l’Ufficio Giovani Artisti a cui è possibile rivolgersi per informazioni a: Ufficio Giovani Artisti del Comune di Ferrara, viale Alfonso d’Este 17, Ferrara, tel. 0532 744643, email artisti@comune.fe.it.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

“ENGAGE. Public School for Social Engagement in Artistic Research” è un programma di formazione e ricerca, a cura di Viafarini in collaborazione con BASE Milano, rivolto ad artisti italiani ed internazionali, invitati per un periodo di residenza e lavoro a Milano fra il 9 e il 20 ottobre, in dialogo con mediatori sociali e creativi locali, con l’obiettivo di sperimentare modalità innovative di interazione della ricerca artistica e della sfera sociale nello spazio cittadino.

ENGAGE prende la forma della “public school”, modello già sperimentato a livello internazionale, basato sull’interazione orizzontale e non gerarchica tra artista, mediatore culturale e comunità, favorendo la partecipazione delle comunità alla progettazione del proprio spazio di vita, collaborando nella formazione di relazioni, processi e nuovi saperi. ENGAGE si inquadra nel ruolo dell’artista come driver per l’innovazione sociale e le pratiche socialmente impegnate, in grado di favorire il dialogo, la comprensione e l’inclusione sociale reciproca fra comunità culturali eterogenee a livello europeo.

La “public school” coinvolgerà 10 artisti che abbiano una reale volontà e capacità di sperimentare e produrre impatto nel contesto sociale, come di produrre visioni che abbiano una ripercussione nell’immaginario collettivo. Si cercano artisti le cui pratiche siano legate al territorio e impegnate nella lettura dei cambiamenti in atto dal punto di vista sociale, politico, antropologico ed economico/imprenditoriale. La selezione terrà conto della capacità dell’artista di promuovere la comunicazione in campi diversi del sapere: dalla scienza alla religione, dall’economia alla politica, così da superare l’autoreferenzialità del sistema dell’arte, verso la creazione di modelli alternativi di azione pubblica.

Il progetto mira a creare nuove strategie per aumentare la visibilità e intervenire sulle questioni legate al dialogo interculturale e alle dinamiche di esclusione e vulnerabilità sociale nel tessuto urbano, quali: gender oppression; razzismo e xenofobia; discriminazione e oppressione basate sull’appartenenza religiosa.

ENGAGE copre i costi per la sistemazione, il cibo ed il costo per la partecipazione al workshop attraverso borse di finanziamento dedicate. Fra ottobre e novembre 2017, gli artisti elaborano delle proposte per interventi artistici da realizzarsi a Milano, seguendo i bisogni espressi dalle comunità locali durante il workshop. Fra dicembre 2017 e aprile 2018, ENGAGE valuta la fattibilità della produzione delle diverse proposte ricevute. A maggio 2018, tutti gli interventi e le proposte raccolte rientreranno nel progetto espositivo che sarà realizzato negli spazi di BASE, a Milano.

Per ulteriori informazioni e per confermare il proprio interesse, occorre scrivere, allegando documentazione sulla propria ricerca e il proprio lavoro, a: archivio@viafarini.org.

Scadenza per le candidature: 30 giugno 2017