Ferrara: Simone Weil e il suo amore per la ‘grecità’ raccontati da Marco Vannini

Lunedì 19 marzo alle 17 conferenza nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea in via delle Scienze 17

simone-weilFERRARA – Si soffermerà in particolare sull’amore per la ‘grecità’ che emerge dagli scritti di Simone Weil la conferenza di Marco Vannini in programma lunedì 19 marzo alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara). L’incontro sarà introdotto da Marcello Girone Daloli.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Filosofa, mistica, rivoluzionaria, Simone Weil (1907-1943) è stata l’esperienza religiosa più significativa del XX secolo. Di famiglia ebraica, abbracciò il cristianesimo, restando però sempre alle soglie della Chiesa. Caratteristica del suo pensiero è infatti l’amore per la grecità, che ai suoi occhi incarna l’onestà intellettuale, grazie alla quale soltanto può dischiudersi il regno della verità. Nel fatto che il cristianesimo abbia abbandonato la “fonte greca” per abbeverarsi soltanto a quella ebraica prima e romana poi, ella vede la perdita del senso vero dell’evangelo, “ultima espressione del genio greco”, a beneficio di una mitologia finalizzata al potere, tanto personale quanto sociale. I suoi scritti sono perciò oggi di straordinaria attualità.

Marco Vannini si è occupato a più riprese di Simone Weil. Tra gli ultimi interventi il capitolo “Simone Weil: presenza e assenza di Dio” in Prego Dio che mi liberi da Dio. La religione come verità e come menzogna (Bompiani, Milano 2010, pp. 127-180) e la Storia della mistica occidentale. Dall’Iliade a Simone Weil (Mondadori, Milano 2010; poi Le Lettere, Firenze 2015).

Annullato l’incontro di martedì 20 marzo alle 17 alla biblioteca Ariostea

E’ invece ANNULLATO l’incontro per l’inaugurazione del 195° anno accademico dell’Accademia delle Scienze di Ferrara che era stato programmato per martedì 20 marzo 2018 alla biblioteca Ariostea.

Il calendario completo degli eventi e delle attività culturali, aperti liberamente a tutti gli interessati, in programma nelle biblioteche e archivi del Comune di Ferrara su: http://archibiblio.comune.fe.it