Ferrara, “Si legge Biodiversità” domenica 22 maggio

si-legge biodiversitàL’iniziativa in occasione della Giornata internazionale per la Biodiversità

FERRARA – Sabato 21 e domenica 22 maggio, in occasione della Giornata internazionale per la Biodiversità, per iniziativa del Centro IDEA del Comune di Ferrara in collaborazione con la rete RES (Rete dei Centri di Educazione alla Sostenibilità) della Regione Emilia Romagna, un ricco programma di attività coinvolgerà la cittadinanza e le famiglie all’insegna del tema “Biodiversità”.

In particolare già sabato 21 maggio previste passeggiate, piccoli laboratori e momenti informativi all’ARE Schiaccianoci di via Favero. La mattinata di domenica 22 maggio si aprirà con l’iniziativa “Si legge Biodiversità”, realizzata in collaborazione con il Museo di Storia Naturale e il Servizio Biblioteche del Comune di Ferrara, una vera e propria maratona di lettura in tre diversi luoghi della città. Seguirà un picnic a Terraviva e poi un intero pomeriggio a Porporana dove sono previsti l’inaugurazione del Centro Visite del Bosco di Porporana, restaurato dopo il terremoto, laboratori per la costruzione di nidi e mangiatoie artificiali per piccoli animali, momenti informativi sulle tematiche della sostenibilità e visita al bosco.

Il calendario del fine settimana dedicato alla “Giornata internazionale per la Biodiversità” è stato illustrato nella mattinata di giovedì 19 maggio nella residenza municipale dall’assessora all’Ambiente del Comune di Ferrara Caterina Ferri insieme a Paola Tommasini del Centro IDEA del Comune di Ferrara, Carla Corazza del Museo di Storia Naturale e Giuseppe Santangelo del gruppo di architetti VM4 Projets che ha curato il restauro e il nuovo allestimento del punto visite.

(Comunicazione a cura del Centro Idea del Comune di Ferrara)

“Si legge Biodiversità”, è un evento inserito all’interno della “Giornata Internazionale per la biodiversità”. Sabato 21 e domenica 22 maggio, in occasione della Giornata internazionale per la Biodiversità, il Centro IDEA del Comune di Ferrara, in collaborazione con la rete RES (Rete dei Centri di Educazione alla Sostenibilità) della Regione Emilia Romagna, con il Museo di Storia Naturale e il Servizio Biblioteche del Comune di Ferrara, organizza l’iniziativa “Si legge Biodiversità”.

La Giornata Internazionale per la Biodiversità richiama infatti l’importanza di tutelare la straordinaria ricchezza costituita da tutte le specie viventi sulla Terra. La Giornata è stata proclamata nel 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per celebrare l’adozione della Convenzione sulla Diversità Biologica firmata a Nairobi, in Kenya, nel 1992, con l’obiettivo di tutelare la diversità biologica del Pianeta.
Da lì in poi si celebra ogni anno il 22 maggio, con un tema su cui incentrare manifestazioni e convegni.

L’evento ‘Si legge Biodiversità’ è pensato proprio per far conoscere e valorizzare le esperienze e le iniziative realizzate a livello locale da una rete variegata di soggetti come enti, associazioni, scuole, aziende, per la conservazione implementazione e la valorizzazione della biodiversità. Un ricco programma di attività coinvolgerà la cittadinanza e le famiglie in alcuni luoghi della città. Il programma prevede l’inaugurazione del centro Visite “Bosco di Porporana” da parte delle autorità dell’Amministrazione Comunale, piccoli laboratori per la costruzione di nidi e mangiatoie artificiali per piccoli animali, momenti informativi sulle tematiche della sostenibilità e maratone di lettura, che per tema avranno la parola BIODIVERSITÀ.

Sabato 21 maggio 2016

Ore 15.30 – 18.00
Presso l’ARE Schiaccianoci (incrocio via Massari/via Favero Ferrara) passeggiata con le Guardie Ecologiche Volontarie alla scoperta della fauna minore dell’Area di riequilibrio Ecologico.
Saranno realizzati piccoli laboratori sulla costruzione di nidi e mangiatoie artificiali per avifauna, farfalle e api.
Il comitato Parchino Schiaccianoci sarà disponibile per informazione sui Gruppi di Acquisto Solidale.

Domenica 22 maggio 2016

10.30 – 12.30

MARATONA DI LETTURA di brani, poesie e racconti che trattano il tema della Biodiversità in tutte le sue possibili accezioni che si svolgerà in contemporanea nei seguenti luoghi:

> Parco Urbano Bassani (entrando dal ponte di via Bacchelli 50m sulla destra presso il gruppo di alberi rossi.
>Museo di Storia Naturale (via De Pisis 24)

>Terraviva, via delle Erbe (vicinanze di Piazza Ariostea)

E’ gradita la preiscrizione dei lettori presso il Centro IDEA tel: 0532/742624 mail: idea@comune.fe.it. In caso di maltempo la maratona di lettura si svolgerà all’interno delle sale del Museo di Storia Naturale di Ferrara.

ore 13.00 – 14.30
Presso l’area di Terraviva in via delle Erbe a Ferrara, a cura di TerravivaBio, Officina Dinamica e Biopastoreria picnic condiviso (ognuno porta qualcosa) con accompagnamento musicale.

ore 15.30 – 16.30
A Porporana presso il Centro Visite dell’A.R.E. “Bosco di Porporana” in via Martelli 300 accoglienza dei partecipanti e inaugurazione del Centro Visite alla presenza delle autorità della Pubblica Amministrazione di Ferrara
Merenda per tutti i partecipanti a cura di Agriturismi “La Spagnolina” e “Pascoletto” e di Asssociazione A.R.E.A., musiche e giochi

ore 16.30 – 18.00
Nel Centro Visite:
– Il Bosco commestibile: proiezione e informazioni sulle erbe, fiori e frutti del Bosco, a cura di Annalisa Malerba
– Piccoli laboratori per la costruzione di nidi e mangiatoie artificiali per avifauna, farfalle e api a cura del Gruppo Guardie Ecologiche Volontarie.

ore 17.30 – 18.30
Una storia nel bosco: passeggiata nel Bosco di Porporana con animazione teatrale e musicale a cura della “Piccola Compagnia dell’Airone”.

Il programma è visibile e scaricabile al seguente link: http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=7821

Inaugurazione del Centro Visite dell’A.R.E. Bosco di Porporana (domenica 22 maggio alle 15.30)

Domenica 22 maggio alle 15.30 sarà inaugurato il Centro visite dell’A.R.E. Bosco di porporana, allestito nell’edificio dell’ex scuola di Porporana (via Martelli 20).

Il Centro Visite dell’Area di Riequilibrio Ecologico “Bosco di Porporana”, è il punto di comunicazione, educazione e formazione associato a quest’area naturalistica, di forte pregio per la presenza di una flora particolarmente importante per la biodiversità forestale del patrimonio boschivo italiano.

Scopo del Centro Visite/Aula didattica di Porporana è promuovere cittadinanza attiva ed essere di supporto all’amministrazione comunale sia nella sensibilizzazione sul concetto di Biodiversità, sia nel realizzare un punto di aggregazione per la comunità locale.

La ristrutturazione dell’edificio, necessaria a causa dei danni subiti con il sisma del maggio 2012, ha permesso l’attivazione di un percorso per la sua riapertura, che ha tenuto conto della Legge n. 24/2011.

La Legge Regionale “Riorganizzazione del sistema regionale delle aree protette e dei siti della rete natura 2000…”, stabilisce che presso ogni area protetta deve essere costituito l'”Albo degli amici del Parco/Riserva naturale” al quale possono iscriversi i singoli cittadini e le associazioni che intendono, in forma volontaria, prestare attività o assumere iniziative di collaborazione, di pubblicizzazione e di sensibilizzazione riguardo alla conoscenza, valorizzazione e conservazione degli ambienti dell’area protetta

Di impgiornataortanza fondamentale quindi la realizzazione di un percorso partecipativo che possa in futuro portare alla realizzazione di un “Albo” dedicato al territorio di Porporana.

Per la realizzazione del nuovo allestimento del Centro Visite/Aula didattica, è stato quindi realizzato un percorso partecipativo per definire usi e attività specifiche da svolgere interno del Centro Visite, soprattutto per fornire ai cittadini del territorio di Porporana e aree limitrofe, un punto multifunzionale di aggregazione. Hanno coordinato il lavoro il Centro IDEA del Comune di Ferrara e il gruppo di architetti “VM4”, in collaborazione con il Museo di Storia Naturale del Comune di Ferrara, che assieme ai volontari hanno realizzato il percorso partecipativo.

Hanno partecipato alle attività enti pubblici e privati, associazioni e cittadini: due aziende agricole, fattorie sociali e didattiche del territorio, “Fattoria “la Spagnolina” e Fattoria “Pascoletto”, le Guardie Ecologiche Volontarie di Ferrara, il CAI, l’Associazione Gruppo Micologico di Bondeno, l’Associazione Pro Loco di Casaglia l’Associazione AREA, cittadini singoli e volontari, ai quali va il riconoscimento per il grande lavoro svolto con grande passione.