Ferrara, Presentati il bilancio dell’attività di nidi e materne 2015/16 e i nuovi programmi

Diverse le innovazioni introdotte per rispondere meglio alle esigenze dei minori e delle loro famiglie

Felletti e VecchiFERRARA – Si è svolta nella mattinata di martedì 12 luglio, nella residenza municipale, la presentazione alla stampa del bilancio dell’attività di nidi e materne per l’anno educativo 2015/2016 e del programma per l’avvio del nuovo anno, da settembre 2016. All’incontro con i giornalisti erano presenti l’assessora comunale alla Pubblica istruzione Annalisa Felletti e il direttore dell’Istituzione dei Servizi educativi, scolastici e per le famiglie Mauro Vecchi.

“E’ stato caratterizzato da un forte impegno per nuove scelte e cambiamenti, per meglio rispondere alle diverse esigenze dei minori e delle loro famiglie, l’anno educativo 2015-16 curato dall’Istituzione dei servizi educativi. – ha affermato l’assessora Felletti – Mutamenti intervenuti anche alla luce del quadro generale attivo nella regione Emilia Romagna, quadro negli ultimi anni particolarmente innovato specie per i servizi educativi riferiti agli 0-3 anni. Due, fra gli altri, gli elementi che hanno determinato cambiamenti e inciso sui servizi: la denatalità e la contrazione economica, che ha spinto le famiglie, soprattutto nella fascia 0-3 anni a cercare soluzioni nel privato. In particolare – ha ricordato l’assessora – quest’anno ci siamo concentrati sulla riorganizzazione dei servizi, introducendo una maggiore flessibilità dei tempi e degli orari, perfezionando le procedure di iscrizione on line e di controllo e di riscossione delle rette, diminuendo le tariffe per le fasce medio-alte, introducendo un nuovo sistema per la fornitura dei libri di testo”.

(Comunicazione a cura dell’Istituzione dei Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie del Comune di Ferrara)

Nell’anno scolastico 2015-16 sono state effettuate diverse scelte per migliorare il funzionamento dei servizi e per cercare di andare incontro il più possibile alle mutate esigenze dei cittadini, che ci auguriamo abbiano un riverbero positivo sui servizi a partire dal prossimo a.s.2016-17.

Sono state effettuate 6 selezioni per la formazione di graduatorie da cui attingere personale a tempo determinato, per garantire il regolare FUNZIONAMENTO dei servizi con personale comunale:
Educatore Nido
Insegnante Infanzia
Centri per le Famiglie (2)
Coordinatore Pedagogico
Educatore Sostegno [in corso].

E’ stato sottoscritto un Accordo con le OO.SS. di Categoria che consentirà di intervenire sui servizi educativi (Nido e Scuola d’Infanzia) per introdurre elementi che rispondano alla richiesta di maggiore FLESSIBILITA’ che ci perviene dai cittadini:
– termine orario giornaliero fissato alle ore 17.00 da Settembre 2016, anziché alle 16.30 come finora (senza alcun onere aggiuntivo per i cittadini);
– servizio estivo nel mese di Luglio con personale comunale di ruolo (dall’estate 2017).

Sull’altro elemento che i cittadini ci pongono, e cioè il COSTO dei servizi, da Settembre 2016 le tariffe diminuiranno per le fasce medio-alte, anche se in misura limitata ma riteniamo significativa, in questa fase di difficoltà finanziaria sia delle famiglie che anche delle Pubbliche Amministrazioni.
Nel contempo, sono state perfezionate le procedure di ISCRIZIONE ON-LINE a tutti i servizi educativi e scolastici (Nido, Infanzia, Refezione, Trasporto, CRI e CRE), nonché le procedure di CONTROLLO sulle dichiarazioni rese dai cittadini [controlli a tappeto su tutti i parametri indicati] e le procedure di RISCOSSIONE nei confronti di chi non ha pagato, parzialmente o completamente, la retta dovuta.

E’ stata introdotto un nuovo sistema per fornitura di LIBRI DI TESTO, che semplificherà notevolmente le procedure per i cittadini (che si troveranno direttamente i libri in classe), oltre che consentire un risparmio di spesa per l’Amministrazione.

Si sta impostando il nuovo appalto del servizio di SOSTEGNO EDUCATIVO per i minori disabili nei diversi ordini educativi e scolastici; è un servizio che in questi anni ha visto aumentare di oltre un terzo le necessità dei minori e delle famiglie, e di conseguenza l’impegno finanziario dell’Amministrazione, tanto da essere di fatto l’unico servizio dell’Istituzione Scolastica il cui costo è aumentato e non diminuito.
Per il futuro stiamo valutando di introdurre innovazioni significative, per rispondere meglio alle esigenze dei minori ed evitare eventuali ulteriori aumenti di spesa.