Ferrara, “Cittadine dal 1946 – Immagini e documenti sul diritto al voto e la cittadinanza femminile”

Ferrara Cittadine dal 1946Oggi venerdì 27 maggio alle 12 nel salone d’Onore del Palazzo Municipale è in programma l’inaugurazione della mostra

FERRARA – Venerdì 27 maggio alle 12 nel salone d’Onore della residenza municipale di Ferrara verrà inaugurata la mostra storico documentaria “Cittadine dal 1946 – Immagini e documenti sul diritto al voto e la cittadinanza femminile“.

Alla cerimonia di apertura saranno presenti il Sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, l’assessora alle Pari Opportunità Annalisa Felletti, il Prefetto di Ferrara Michele Tortora, la presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara Anna Quarzi, rappresentanti di tutte le associazioni culturali femminili della città (da quelle storiche come UDI, CIF e ANDE a quelle più recenti come AIDM, ANDOS, CDG, FIDAPA e SOROPTIMIST) e le docenti Stefania D’Arcangelo e Federica Zabarri del Liceo Artistico Dosso Dossi con la classe 3.a/B.

LA SCHEDA (a cura Istituto di Storia Contemporanea)

Mostra  Cittadine dal 1946 Immagini e documenti sul diritto al voto e la cittadinanza femminile

Ferrara, Palazzo Municipale, 27 maggio – 19 giugno 2016

L’esposizione nasce nel Settantesimo anniversario del suffragio femminile in Italia, un evento storico perché punto di arrivo di un lungo percorso di rivendicazioni, ma anche punto di partenza per il pieno esercizio della cittadinanza.

Le donne italiane lo esercitano per la prima volta nelle elezioni amministrative del marzo 1946 e il 2 giugno, con il referendum istituzionale e l’elezione dell’Assemblea Costituente.

Abbiamo voluto esplorare questo evento da diversi punti di vista che si riflettono nelle tre sezioni in cui è articolata la mostra, dal Salone d’Onore del Municipio alla Sala dell’Albo Pretorio.

I Sezione – Settant’anni di voto alle donne

Mostra storico-documentaria sul percorso delle donne per la conquista del voto, con particolare riguardo al territorio ferrarese. Partendo dalle condizioni di vita e di lavoro e passando attraverso Resistenza e Liberazione, si ricostruiscono il contesto, il dibattito politico e l’impegno delle associazioni femminili per il voto alle donne. Dopo i risultati del referendum e dell’elezione dell’Assemblea Costituente, chiudono la sezione le testimonianze di donne, l’inizio di un nuovo protagonismo nella vita politica e un pannello dedicato a Luisa Gallotti Balboni, prima Sindaca di Ferrara.

 A cura di Istituto di Storia Contemporanea, Archivio storico UDI, in collaborazione con ANDE e CIF. Cura scientifica e grafica: Anna Maria Quarzi, Micaela Gavioli, Violetta Fini. Collaborazione Vanni Borghi

II Sezione – 70° Anniversario del voto alle donne – 8 associazioni in cammino

Anche grazie all’impegno quotidiano delle associazioni le donne possono essere protagoniste della vita collettiva, portando un contributo di pratiche, elaborazioni e creatività. Qui le associazioni femminili ferraresi che dal 2015 si coordinano in una Rete interassociativa si presentano: le differenti vocazioni e storie incarnate da ognuna di esse si potenziano tra loro quando si incontrano in una piattaforma comune di lavoro.

A cura di AIDM, ANDE, ANDOS, CDG, CIF, FIDAPA, Soroptimist, UDI.

III Sezione – Il voto alle donne

Vengono qui esposte le illustrazioni prodotte dalla classe III B del Liceo artistico “Dosso Dossi” nell’ambito del progetto “Il voto alle donne”, commissionato da UDI Ferrara e finalizzato alla realizzazione di un e-book illustrato sulle tappe fondamentali che hanno portato le donne alla conquista del voto. L’esposizione rappresenta quindi una fase intermedia del percorso che si concluderà nell’autunno 2016 con la produzione dell’e-book.

A cura del Liceo Artistico “Dosso Dossi”. Cura scientifica e grafica: Gianluca Costantini, Stefania D’Arcangelo, Federica Zabarri

La mostra “Cittadine dal 1946”  è stata considerata dalla Prefettura di Ferrara un progetto di particolare rilievo  per  ricordare il settantesimo del voto alle donne, degno  di far parte degli eventi nazionali segnalati al Ministero dell’Interno.

Qualche nota sulla prima sezione – I Sezione – Settant’anni di voto alle donne

La  sezione  Settant’anni di voto alle donne  posta in essere dall’ Istituto di Storia Contemporanea e da Archivio storico UDI  con la collaborazione delle associazioni ANDE e CIF, si avvale  di una  parte della documentazione  della mostra storico-documentaria  che era stata realizzata  dieci anni fa per il sessantesimo del voto e di nuova  documentazione

La documentazione e l’immagini d’epoca  ripercorrono il faticoso e non privo di ostacoli cammino  delle donne italiane  per la conquista del voto, con particolare riguardo al  percorso delle donne ferraresi dal 1861 al 1946. Il viaggio storico parte dalla rappresentazione delle condizioni di vita e di lavoro delle donne del nostro territorio (nelle campagne e in città), si sofferma sull’impegno, la partecipazione alla Resistenza e alla lotta di Liberazione per ricostruire  il contesto, il dibattito politico sul voto.  L’esperienza delle prime elezioni (amministrative e referendum del 1946) viene rappresentata da immagini e da testimonianze di donne  che hanno votato quella prima volta (sono state raccolte diverse interessanti interviste).  Viene raccontato inoltre  l’impegno  delle associazioni femminili che nascono iln quel periodo per il voto: UDI (Unione Donne Italiane), CIF (Centro Italiano Femminile), ANDE (Associazione Nazionale Donne Elettrici), le cui esponenti andavano nelle nostre campagne ad insegnare a firmare alle donne analfabete, perchè potessero votare. La mostra si conclude con i documenti e le immagini relative ai risultati del referendum e dell’elezione dell’Assemblea Costituente, con estratti delle  testimonianze delle  donne e con un pannello dedicato al nuovo protagonismo nella vita politica dfino ai giorni nostri e  un  altro dedicato a Luisa Gallotti Balboni, primo sindaco donna di una città capoluogo di provincia.