Ferrara, ‘Una cavalcata con Ariosto. L’Equitatio di Celio Calcagnini’

Incontro con l’autrice Elisa Curti venerdì 18 novembre, alle 17, nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea

una-cavalcata-con-lariosto-elisa-curtiFERRARA – Si propone come introduzione al testo, finora inedito, dell”Equitatio’ di Celio Calcagnini il volume di Elisa Curti, dal titolo ‘Una cavalcata con Ariosto’ (Fondazione Ferrara Arte editore), che sarà presentato oggi, venerdì 18 novembre alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. Dialogheranno con l’autrice Elisabetta Menetti (Università di Modena e Reggio) e Gian Mario Anselmi (Università di Bologna). L’incontro è a cura della Fondazione Ferrara Arte, in collaborazione con la biblioteca comunale Ariostea e con il patrocinio del Comitato Nazionale V Centenario dell’Orlando furioso – Mibact.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
In una cornice autunnale un gruppo di giovani intellettuali cavalca nella campagna ferrarese, diretto a una delizia per celebrare la festa della vendemmia. Durante il percorso il discorso cade sugli omina, i presagi, sul loro potere e significato. In questo contesto interviene anche Ludovico Ariosto che, abbandonando per un po’ le fatiche del suo poema, prende parte alla discussione degli amici.
Opera complessa ed enciclopedica, l’Equitatio di Celio Calcagnini rappresenta una delle primissime attestazioni documentarie della composizione dell’Orlando furioso e offre un ritratto di eccezionale interesse del suo autore e della cultura della corte estense di inizio Cinquecento. Questa edizione parziale, accompagnata da traduzione e commento, si basa sul manoscritto autografo di Calcagnini finora inedito e vuole offrirsi al lettore come un agile strumento di introduzione al testo. E’ stata pubblicata dalla Fondazione Ferrara Arte, in occasione della mostra ‘Orlando furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi’, aperta al pubblico a Palazzo dei Diamanti di Ferrara fino all’8 gennaio 2017.

Elisa Curti, formatasi presso l’Università di Bologna e la Scuola Normale Superiore, dove ha conseguito il Perfezionamento in discipline filologiche e linguistiche, è attualmente assegnista di ricerca all’Università di Bologna. I suoi interessi, di taglio filologico e critico, si concentrano sulla letteratura medievale e rinascimentale. Autrice di numerose pubblicazioni in volume e rivista, si è occupata in particolare di Boccaccio (Giovanni Boccaccio, Firenze 2013), Poliziano (Lettere volgari, edizione critica e commento, Roma 2016), Ariosto e Pietro Bembo (Tra due secoli. Per il tirocinio letterario di Pietro Bembo, Bologna 2006).