Consegnati a Unife a 55 professionisti i certificati di formazione manageriale

Unife Università degli studi di Ferrara logoLa cerimonia di consegna dei certificati si è svolta lunedì 30 maggio presso l’Aula Magna del Dipartimento di Economia e Management

FERRARA – Lunedì 30 maggio, si è svolta presso l’Aula Magna del Dipartimento di Economia e Management, (via Voltapaletto, 11), la cerimonia di consegna dei certificati di formazione manageriale abilitante alle funzioni di direzione delle strutture sanitarie complesse, a 55 professionisti che nell’a.a. 2015/2016 hanno frequentato il relativo corso di perfezionamento, organizzato dall’Università di Ferrara e dalla Regione Emilia-Romagna.

Il corso, a cui hanno partecipato professionisti provenienti da diverse strutture della Regione, non solo dalle aziende ferraresi, e qualcuno anche da fuori Regione, è stato diretto da Emidia Vagnoni, docente del Dipartimento di Economia e management e da Licia Petrapulacos, Direttore pro-tempore della Direzione generale Sanità e politiche sociali della Regione Emilia Romagna.

Ad intervenire alla cerimonia oltre ad Emidia Vagnoni, Tiziana Lavalle dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Maria Luisa Moro, Direttrice dell’Agenzia Sanitaria e Sociale della Regione Emilia Romagna, Paola Bardasi, Direttrice Azienda Usl di Ferrara e Tiziano Carradori, Direttore Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Anna di Ferrara.

L’iniziativa si è conclusa con la consegna delle certificazioni regionali e dei diplomi universitari. La Prof.ssa Vagnoni ha confermato l’impegno nella formazione rivolta ai professionisti del mondo della sanità, che beneficia delle attività di ricerca che in tale ambito vengono svolte con indirizzo interdisciplinare e interistituzionale. “Dopo le politiche dei tagli e delle revisioni organizzative – ha affermato Emidia Vagnoni – occorre concentrarsi sulle risorse umane, sulle competenze, sulle professionalità, sul saper fare, per restituire al servizio sanitario la massima capacità di generare valore per la comunità”.