Ferrara, Nuova sede e digitalizzazione per le segreterie di Unife

Vita più semplice per gli studentiUnife Università degli studi di Ferrara logo

FERRARA – Vita più semplice per gli studenti di Unife grazie a semplificazioni e innovazioni che riguardano le Segreterie e i servizi a loro dedicati.

Giovedì 16 giugno le Segreterie si trasferiranno nella nuova sede di via Cairoli 22-30, per iniziare i lavori post-terremoto della sede di via Savonarola. Per consentire il trasloco, gli uffici rimarranno chiusi dal 3 al 15 giugno.

Non è un semplice spostamento fisico, perché le attività di Segreteria vengono riorganizzate per processi, per garantire risposte veloci e complete.

Dalle 5 “vecchie” segreterie, ora sono “resi trasversali” tutti i processi relativi all’ingresso dello studente in Ateneo, assegnati ad un unico Ufficio Ingresso. La stessa cosa per l’Ufficio Carriera e per quello relativo all’Uscita.

Alla Carriera sono stati dedicati due Uffici, uno per l’area Biochimica, Matematica e Informatica, Scienze e Tecnologie e uno per l’area Giuridica e Umanistica ed Economica (a partire da marzo 2017). A questi si affianca la Segreteria di Medicina, che continuerà a gestire per intero ingresso, carriera e uscita.

Ma non finisce qui. Dalle prossime immatricolazioni di settembre, ci si potrà iscrivere a Unife completamente online, e scaricare ed utilizzare l’app gratuita Qurami (http://qurami.com), per prenotare la chiamata di uno specialista Unife o prendere un appuntamento con la persona più competente rispetto al quesito, indicando sportelli aperti, il numero di persone in coda e il tempo stimato di attesa.

E’ stata creata una nuova unità Helpdesk dedicata (portale SOS), che filtrerà le richieste verso ciascuno di questi Uffici, fornendo online assistenza di primo livello, in modo da evitare code e spostamenti. Arriva anche la virtualizzazione degli adempimenti per il conseguimento del titolo, dalla Tesi al verbale di Laurea, dove, come già avviene per gli esami di profitto, basterà inserire gli esiti e apporre la firma digitale del Presidente della Commissione.

Si tratta solo dell’inizio di una più ampia riorganizzazione degli uffici amministrativi, fortemente voluta dal nuovo Rettore Zauli e affidata al suo delegato Enrico Deidda Gagliardo.