Fermato boss ‘ndrangheta, sindaco: grazie all’Arma

“La criminalità organizzata è un nemico che va affrontato con coraggio e determinazione”. A Carabinieri e Dda i complimenti di Muzzarelli e dell’assesore Bosi

Municipio-Comune-ModenaMODENA – A titolo personale, dell’Amministrazione comunale e provinciale, e di tutta Modena, il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, insieme all’assessore alle Politiche per la Legalità Andrea Bosi, ha ringraziato e si sono complimentati con i Carabinieri del Nucleo Operativo di Modena e con la Direzione distrettuale antimafia di Bologna per la nuova operazione, che ha assicurato alla giustizia l’uomo accusato di essere il nuovo reggente della ‘ndrangheta nei nostri territori.

“La criminalità organizzata è un nemico che va affrontato con coraggio e determinazione: l’impegno congiunto di magistratura, forze dell’ordine, istituzioni, associazioni contro le mafie, mondo socio-economico e di tutti i cittadini e lavoratori, è determinante per tenere liberi i nostri territori, afferma Muzzarelli che aggiunge: “Sappiamo bene che un territorio ricco e produttivo è attraente anche per le criminalità organizzate, ma la nuova inchiesta conferma ancora una volta che da noi non c’è posto per chi non opera secondo le regole”.