Federica Caneparo presenta il libro “Di molte figure adornato”

di molte figureVenerdì 15 gennaio alle 17 nella Sala dei Comuni del Castello Estense

FERRARA – Venerdì 15 gennaio alle 17 nella Sala dei Comuni del Castello Estense l’associazione Amici dei Musei e Monumenti ferraresi organizza, con il patrocinio del Comune di Ferrara, un incontro di presentazione nazionale del volume di Federica Caneparo “Di molte figure adornato. L’Orlando Furioso nei cicli pittorici tra Cinque e Seicento”.

All’iniziativa, ad ingresso gratuito, interverranno il sindaco Tiziano Tagliani insieme a Vincenzo Farinella, Marialucia Menegatti e Gianni Venturi che dialogheranno con l’autrice sui contenuti del libro.

Letto, amato e imparato a memoria da un pubblico vasto e variegato, il capolavoro dell’Ariosto ha influenzato ampiamente le arti figurative, come attestano edizioni illustrate, dipinti, sculture, maioliche e vari oggetti d’arte applicata. Gli affreschi ispirati al poema sembravano però poco numerosi e sono stati in passato scarsamente indagati. Il libro della Caneparo, edito nel 2015 da Officina Libraria, dimostra invece come il Furioso abbia lasciato importanti tracce di sé nelle dimore nobiliari italiane.

Prendendo le mosse dalle terre estensi, luogo di nascita e di prima diffusione del poema, l’autrice percorre la penisola analizzando affreschi noti e meno noti, in particolare nell’arco alpino, dove la persistenza del gotico cortese apre la via a un’entusiastica ricezione delle storie cavalleresche, adattate alla nuova sensibilità rinascimentale. Spesso ispirati alle xilografie delle edizioni di maggiore successo, i vari cicli pittorici presentano una qualità artistica discontinua, dimostrando così la popolarità delle storie ariostesche, scelte non solo dalle raffinate corti di Parma, Mantova o Firenze, ma anche dalla piccola nobiltà di campagna.

Federica Caneparo si è perfezionata in letteratura italiana presso la Scuola Normale Superiore di Pisa (2012), indagando la fortuna figurativa dell’Orlando furioso. Si è poi specializzata in storia dell’arte moderna presso l’Università di Pisa, studiando la committenza farnesiana tra la fine del Cinquecento e il Seicento. Attualmente all’Università di Princeton, si occupa di temi letterari nell’arte del Rinascimento. Ha pubblicato articoli e saggi su edizioni illustrate cinquecentesche e su cicli affrescati ispirati a fonti letterarie antiche e moderne.