Emilia Romagna: Ricostruzione post-sisma

Esenzione Imu e altre deroghe, la Regione ha già presentato la richiesta al Governo. Il commissario Bonaccini e i parlamentari dell’Emilia stanno lavorando per inserire le norme nel ‘Milleproroghe’. L’assessore Costi: “Si tratta di misure di vitale importanza per i nostri territori”

logoregioneemiliaromagnaBOLOGNA – Esenzione Imu per le popolazioni colpite dal sisma del 2012: “La Regione Emilia-Romagna ha già presentato la richiesta per questa e altre deroghe, e sta proseguendo col Governo il lavoro per poter fare inserire le norme nel cosiddetto Milleproroghe”. Tale impegno, peraltro, è stato confermato mercoledì dal Commissario delegato per la ricostruzione, Stefano Bonaccini, anche nell’ambito del Comitato istituzionale con i sindaci svoltosi a Bologna per fare il punto sulla situazione e sul programma per il 2017.
Così l’assessore alla Ricostruzione post-sisma, Palma Costi, replica ai rilievi della Lega Nord nel merito delle proroghe per l’area colpita dal terremoto. “Si tratta di norme di vitale importanza per i nostri territori- ha commentato-, che vanno recepite dai provvedimenti attualmente in discussione o in fase di conversione. E’ un lavoro che il Commissario Stefano Bonaccini e i parlamentari del territorio stanno svolgendo concordemente col Governo. In particolare la proroga dell’esenzione Imu è uno di quelli che era già stato presentato in sede di legge di stabilità e non accolto a causa dell’iter accelerato di approvazione, e che è stato già riproposto per essere inserito nel decreto Milleproroghe, insieme anche alla proroga della sospensione dei mutui Cassa Depositi e Prestiti e Mef per i Comuni del cratere, la proroga delle agevolazioni previste dalle Zone Franche Urbane e la sospensione dei mutui per le abitazioni private danneggiate”.