Emilia Romagna tra le mete top per l’estate 2016

La nostra regione ha da sempre una vocazione forte per il turismo, che ci ha visti primeggiare in Italia e in Europa per moltissimo tempo. Negli ultimi anni le mete turistiche dell’Emilia Romagna sono state in qualche modo offuscate dalla crescita di alcune località del sud, tra le quali va ricordato il Salento, ma la riviera romagnola non ha niente da invidiare alla nouvelle vague del turismo pugliese e anzi si conferma anche per l’estate del 2016 una delle mete più ambite dai turisti.

Ruota_panoramica_di_RiminiLa forza di località storicamente leader nel panorama turistico italiano come Rimini e Riccione è proprio la grande esperienza e capacità degli operatori di fornire sempre un servizio di altissimo profili, che sa adattarsi all’evoluzione della società e che non teme il confronto con qualsiasi competitor, nuovo o vecchio che sia. Va anche dato atto alle istituzioni regionali, che hanno capito l’importanza strategica del turismo per la regione e hanno continuato a produrre sforzi notevoli per far sì che l’Emilia Romagna continui a primeggiare.

Le iniziative per l’estate 2016

Come anticipato, sono proprio le istituzioni a dar man forte al settore turistico: infatti la Regione Emilia Romagna ha stanziato 3,1 milioni di euro per la promozione turistica, che saranno utilizzati per potenziare gli uffici di informazione e prenotazione dei servizi per i turisti. Di questa cifra, circa un terzo sarà investito a Rimini e per finanziare la Notte Rosa, uno degli eventi più importati di tutta la stagione estiva italiana.

Rimini spiaggiaInoltre verrà fortemente incentivato l’uso del treno per raggiungere la regione, visto che dal 12 giugno al 18 settembre saranno a disposizione degli utenti una serie di collegamenti gratuiti tra l’Emilia Romagna, l’Umbria e Roma. Un modo sia per attirare i turisti ma anche per salvaguardare l’ambiente, visto che in questo modo l’utilizzo dell’auto sarà notevolmente limitato e di conseguenza saranno limitate le emissioni ci Co2.

Le altre mete: il Salento

Come detto, il principale antagonista per la riviera romagnola è il Salento, che da un paio d’anni ha comunque conosciuto una crescita importante dal punto di vista turistico. Al netto della rivalità, fa comunque piacere che il turismo italiano sia stato capace di sfornare un’altra realtà di successo, che attira turisti provenienti anche dal resto d’Europa.

salento torre dell'orso PugliaLa forza del Salento, oltre al fattore “novità”, è la contemporanea presenza di bellezze paesaggistiche importanti unite a un servizio turistico che sta conoscendo una fase di evoluzioni, con le strutture che via via stanno raggiungendo standard di qualità elevati e eventi e ospiti di carattere internazionale che attirano migliaia di giovani e non.

Le altre mete: Barcellona

Uno dei grandi classici estivi è ancora una volta Barcellona, una città che davvero può offrire ogni tipo di divertimento. Il mare che si raggiunge facilmente dal centro città, monumenti e attrazioni di primissimo livello, tra le quali citiamo solamente la Sagrada Família o il Parco Güell, due delle più famose ma solo un piccolo pezzo di tutto quello che la città ha da offrire.

panorama la cattedraleGirare tra le Ramblas, fare un salto al mercato della Boqueria o godersi tutte le meraviglie della notte catalana, che offre ogni tipo di divertimento possibile. In questo senso ricordiamo anche uno degli eventi più particolari dell’estate a Barcellona, ovvero l’European Poker Tour, uno dei più grandi festival pokeristi a livello europeo, organizzato dal famoso brand Poker Stars, che lo scorso anno aveva coinvolto migliaia di giocatori, appassionati e semplici curiosi, data anche la presenza di vip come Neymar e Piqué.

Le altre mete: la Francia

In concomitanza degli Europei di calcio, la Francia si prepara a essere invasa dai turisti provenienti da ogni parte del continente. Già di per sé uno degli stati europei più visitati, grazie anche al richiamo della capitale Parigi, la Francia si prepara a fare gli straordinari per l’estate 2016. Le città a essere coinvolte nella manifestazioni saranno ben 10: Tolosa, Nizza, Bordeaux, Saint-Étienne, Lens, Lione, Lille, Marsiglia, Saint-Denis e ovviamente Parigi.

Parigi bandiera EuropaCerto, l’afflusso di turisti in Francia sarà in qualche modo limitato dai timori legati agli attentati terroristici, che hanno scosso il Paese solo pochi mesi fa. L’allerta per gli Europei e alta ma le misure di sicurezza che sono state prese sono imponenti, così come i controlli alle frontiere che diventano via via più serrati.

Le altre mete: New York

Per chi invece si concederà una vacanza extra europea, segnaliamo il primato di New York, che anche per il 2016 sarà la città più visitata. Negli anni scorsi la Grande Mela si contendeva il primato con Sharm el-Sheikh ma le recenti vicende politiche dell’Egitto stanno compromettendo il settore turistico del paese africano.