Due week end da non perdere, con “Tutti matti” e “Incendio alla Reggia”

Dal 2 al 4 settembre, a Colorno,  la IX edizione della Festa internazionale di Circo e Teatro di Strada e sabato 10 settembre e lo spettacolo di musica, luci e colori. Le due iniziative presentate stamattina in Provincia da Canova e Adorni.

Tutti_Matt_2016xwebPARMA –Tutti matti per Colorno, la celeberrima Festa internazionale di Circo e Teatro di Strada, giunta alla IX^ edizione, tornerà a riempire di allegria il centro storico e la Reggia di Colorno, dal 2 al 4 settembre.
Incendio alla Reggia, lo spettacolo di suoni, luci e colori farà rivivere i fasti del passato, sabato 10 settembre alle 22,30, nel Giardino Storico della Reggia di Colorno.

Le due manifestazioni del settembre colornese sono state presentate stamattina in Provincia dalla Sindaca di Colorno e Delegata provinciale al Patrimonio Michela Canova e da Leonardo Adorni di Teatro Necessario, direttore artistico di ”Tutti matti per Colorno”.

TUTTI MATTI PER COLORNO, Festa internazionale di Circo e Teatro di Strada, con le migliori compagnie del mondo di teatro di strada e circo contemporaneo.

OSPITI SPECIALI. Ospite d’eccezione della IX edizione è il Cirque Bidon, che conclude il Festival prolungandolo fino al 7 settembre. L’onirico circo a bordo di carovane trainate da cavalli, guidato da Francois Rauline, pioniere del nouveaux cirque, metterà in scena l’ultimo spettacolo La Bulle de Rêve, dal 2 al 7 settembre (sempre nel giardino della Reggia Ducale alle ore 21.30, tranne sabato 3 e domenica 4 alle ore 20.00, spettacolo a pagamento)
All’Aranciaia, da venerdì 2 a martedì 6, la mostra fotografica Vivre Libre, dedicata al Cirque Bidon, che nel 2001 il fotografo Lorenzo Ziliotti ha seguito in un passaggio emiliano.
Molte altre le compagnie di prestigio in cartellone. Compañía de Circo “eia”, acronimo di “Elans imprevus accordés”, ossia “Slanci imprevisti concordati”, presenta la nuova creazione “InTarsi”(2/09 alle ore 23.00 e 3/09 alle ore 20.30 nel Cortile del Palazzo Ducale, spettacolo a pagamento) in cui quattro acrobati costruiscono un percorso di tenera comicità costruito di danza, teatro fisico e arti circensi.
“Concerto per due Clown” (2/09 alle ore 20.30, 3/09 alle ore 23.00 e 4/09 alle ore 21.00 nel Cortile della Reggia, spettacolo a pagamento) dalla Francia, vincitore del premio del pubblico al Festival di Avignon off 2013, in cui i due ”poeti in azione” suoneranno Vivaldi, Strauss, Bach a modo loro, aggiungendo alle note il mimo, le acrobazie.
Les Rois Vagabonds, con Julia Caprez Moa e Igor Sellem, col loro bagaglio eclettico, spazia dall’acrobatica alla musica, dalla danza al teatro fisico, all’arte del clown.

ALTRI SPETTACOLI. Abitato da animali fantastici (alcuni alti più di 3,5 m) è lo spettacolo FierS à Cheval della compagnia Quidams (ingresso libero, sabato 3 alle ore 22.00 in Piazza Garibaldi); ensemble artistico multiforme fondato nel ’94 da Jean-Baptiste Duperrayun di una ventina di artisti e tecnici con sede a Etrez, villaggio alpino tra Francia e Svizzera.
Adrian Schvarzstein (spettacolo itinerante, 02/09 ore 21.00, 03/09 ore 18.45 e ore 21.30, 04/09 ore 17.30 e ore 19.00) realizza uno spettacolo “ in verde” di divertente interazione, mettendo in gioco follia e immaginazione. Ha vinto numerosi premi, tra cui il Miramiro Prize nel 2008, il premio Ernst a Brema e il premio Zirkolika.
Dagli Stati Uniti, passando per la Spagna, arriva a Colorno il teatro comico-musicale di “Paul Morocco & Olé!” (02/09 ore 19.30 e ore 21.30, 03/09 ore 18.00 e ore 22.00, 04/09 ore 16.30 e ore 18.45). La performance è sospesa tra la figura del clown e quella dell‘intrattenitore maldestro e combina romanticismo circense, cabaret e commedia classica.
In strada, con il loro vecchio Camion Teatro, i Brunette Brothers, presenteranno quest’anno un eccentrico e comico spettacolo di teatro di figura: “Il grandioso e il più piccolo circo al mondo” (02/09 ore 19.30 e 22.30, 03/09 ore 19.00 e ore 22.00, 04/09 ore 17.00 e ore 19.30, in Via XX Settembre).“L’anziana mole” del teatro, alta 6 metri, si schiude per portare alla ribalta 50 fenomenali artisti: una combriccola di clown, che spoglia di ogni lustro il sogno del circo tradizionale, rivelando al pubblico un mondo miserabile.
Torna la folle compagnia olandese De Stijle Want con la prima nazionale di “Het Wilde Western” (dalle ore 20.00 venerdì 2, dalle ore 21.00 sabato 3, e dalle ore 18.00 domenica 4), un intervento di “high speed theatre”, che porterà il pubblico nel selvaggio west, nella corsa all’oro, più veloce del vento.
Mariam, la saggia e sensitiva donna barbuta, torna al Festival per leggere le mani di chi vorrà. E infine i “padri di casa”: Leonardo Adorni, Jacopo Maria Bianchini e Alessandro Mori, insieme il Teatro Necessario, si esibiranno nel loro “Clown in libertà” domenica 4 settembre alle ore 16.00 (spazio Laghetto), con le loro acrobazie, musicali e non solo.

Appuntamenti con l’arte, proiettata, fotografata, assemblata: quello con la compagnia francese l’Excuse con la video installazione “Silly Windows”, una performance multimediale che coinvolge cittadini di Colorno e Teatro Necessario; con le fotografie “scaramantiche e contemporanee” del gruppo Ottotipi che con “Ottomatic”; con le sculture, le lampade, le installazioni di LUfER (Luca Ferraglia), che ha fatto del riuso e del riciclo un’arte.

E poi dall’Argentina il Duo Masawa, in “V.O.G.O.T.”(mano a mano) e la compagnia Intrepidos con “Un golpe de suerte” (giocoleria e contorsionismo), il clown italiano Ugo Sanchez Jr in “Rio Bum Bum”, la performer Silvia Martini in “Distraction”, The Sparkle, al secolo Federica Tranchida, con il suo spettacolo di fuoco “Maiora”, Maurizio Marchetti, nome d’arte GranMastro con “Ciro Cavallo Show”, il mago Tino Fimiani.

CONCERTI. Dalla mezzanotte di venerdì 2 settembre la Zastava Orkestar (anche sabato 3 settembre alle ore 19.30 in versione itinerante), col suo repertorio della tradizione popolare balcanica, oltre ad arrangiamenti e composizioni originali, rigorosamente in acustico.
Sabato 3 settembre (ore 24.00) i berlinesi Dirty Honkers, scoppiettante trio musicale internazionale swing-tech, composto dal cantante-produttore israeliano Gad “Neckbreaka” Baruch, dalla cantante ed autrice Andrea “Screechy” Roberts e dal sassofonista francese Florent “Flap Jack” Mannant, che coniugano umorismo e virtuosismo.
Domenica 4 settembre, alle ore 22.15, saliranno sul palco dell’area circo i francesi Backleg Breakers, band swing composta da tre elementi, contrabbasso, pianoforte e voce, con un repertorio composto da brani melodici e ritmi Charleston, nel rispetto dello spirito del jazz d’epoca, col cantante Richard Genipa, il pianista Roberto Esposito
Sabato 3 settembre appuntamento con lo swing dei i Parma Lindy Hoppers (ore 18.15) e con il tango dei Lo Que Vendra (ore 22.15, in collaborazione con Mas Que Tango).

NON SOLO SPETTACOLI. Il collettivo spagnolo GUIXOT DE 8 propone i propri giochi di abilità creati con materiali di riciclo. ORSO LUDO nell’area circo allestisce uno spazio dedicato al gioco. Nelle vie del paese sarà allestito il mercatino dell’artigianato creativo: 30 espositori selezionati presenteranno i loro oggetti originali.
Nello Spazio Circo l’area bar/ristorante offre piatti di alta cucina, preparati dallo Chef del Festival Cristian Broglia e una gustosa selezione di food trucks. Un punto ristoro sarà allestito anche in Piazza Garibaldi, in collaborazione con Birrificio Farnese.

BIGLIETTI E INFORMAZIONI. La partecipazione al Festival è gratuita eccetto tre spettacoli a pagamento i cui biglietti sono acquistabili in prevendita: online, sul sito www.tuttimattipercolorno.it alla pagina “biglietteria”, nelle rivendite autorizzate vivaticket di tutta Italia, (www.vivaticket.it), allo IAT del Comune di Parma in Piazza Garibaldi n.1 (non si accettano prenotazioni) e durante il Festival presso l’infopoint in Piazza Garibaldi.
Per tutti gli spettacoli non a pagamento che si svolgono nel Cortile della Reggia il giorno stesso è necessario ritirare il talloncino numerato all’infopoint di Piazza Garibaldi.
Lo spettacolo “La bulle de reve” della compagnia Cirque Bidon (durata 120 minuti incluso intervallo), allestito nel Giardino del Palazzo Ducale dal 2 al 7 settembre (sempre alle ore 21.30, tranne sabato 3 e domenica 4 settembre alle ore 20.00), prevede un ingresso con biglietto a 12 € (intero, ridotto fino ai 12 anni a 8 €).
Due gli spettacoli a pagamento nel Cortile del Palazzo Ducale: “inTarsi” della Compañía de Circo “eia”, in programma per il 2/09 alle ore 23.00 e il 3/09 alle ore 20.30 (Cortile del Palazzo Ducale) e “Concerto per due Clown” della compagnia Les Rois Vagabonds, in scena il 2/09 alle ore 20.30, il 3/09 alle ore 23.00 e il 4/09 alle ore 21.00. Il costo dei biglietti per ciascuno di questi spettacoli è di 10,00 € per l’intero e di 6,00 € per il ridotto (fino ai 12 anni). E’ possibile acquistare un mini abbonamento che prevede l’ingresso a entrambi gli spettacoli al costo di 15 € (intero) e di 8 € (ridotto).
La manifestazione avrà luogo anche in caso di maltempo ed eventuali variazioni al programma saranno comunicate on-line e sui canali social del Festival.
Il programma completo e tutti i dettagli su www.tuttimattipercolorno.it; con la app gratuita del Festival (tuttimatti…) informazioni pratiche su come arrivare e sul calendario.

INCENDIO DELLA REGGIA DI COLORNO – SPETTACOLO PIROMUSICALE
Sabato 10 Settembre 2016 alle ore 22.30, al calar della notte il Giardino Storico della Reggia di Colorno diverrà il palcoscenico di un “incendio” di suoni, luci e colori.
Il Palazzo già residenza dei Farnese, dei Borbone e di Maria Luigia d’Austria, di cui quest’anno ricorre il Bicentenario dell’arrivo nel Ducato di Parma e Piacenza, ospiterà uno spettacolo di fiamme e bagliori che illumineranno il cielo in un crescendo di fantasmagoriche coreografie luminose, perfettamente sincronizzate con celebri composizioni musicali.
Uno spettacolo che farà rivivere i fasti del passato, quando ancora Re, Regine, duchi e cortigiani animavano le splendide sale, i cortili e il magnifico giardino alla francese.
A fare da quinta a questo show di suoni e luci sarà proprio la facciata verso il giardino settecentesco con il grandioso scalone, luogo ideale per far rivivere lo sfarzo di un tempo, proprio come avrebbe voluto la figlia di Luigi XV Re di Francia, Luisa Elisabetta, detta Babet, che fece del palazzo di Colorno la “Versailles dei Duchi di Parma”.
In caso di maltempo lo spettacolo sarà rinviato a data da destinarsi.
Ingresso a offerta
Info: Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica di Colorno, Mezzani, Sorbolo e Torrile
c/o Reggia di Colorno – tel. 0521.313790 fax 0521.521370
www.reggiadicolorno.it – ufficio.turistico@comune.colorno.pr.it

Provincia di Parma – Ufficio stampa
Tel. 0521 931 583 – Cell. 335 7413 048
www.provincia.parma.it – ufficiostampa@provincia.parma.it

Tutti matti per Colorno
Michela Astri 349 2268680
www.tuttimattipercolorno.it – www.turismocolorno.it