Il dono di solidarietà della Placentia Marathon all’Unicef

logo_unicefDa sempre, per Piacenza, la HALF MARATHON FOR UNICEF rappresenta un’istituzione e un appuntamento di rilievo

PIACENZA – L’edizione 2015 ha celebrato i 20 anni dell’evento nel ricordo di chi, l’avvocato Gianni Cuminetti, ha voluto da subito unire la pratica sportiva alla solidarietà. Fedeli a questa tradizione, gli organizzatori storici Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti hanno generosamente proseguito l’idea .

UNICEF si occupa di bambini e di ragazzi e, in molti Paesi, rappresenta l’unico sostegno per le famiglie.

Ecco allora, l’idea che viene portata avanti da un paio d’anni: creare nella maratona una sezione dedicata alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie, con un vincolo puramente affettivo: la maratona è un’esperienza da vivere in famiglia. Per questo, mamme, papà , nonni, zii, docenti (la scuola non è forse un’altra famiglia?) sono chiamati ad accompagnare i piccoli iscritti. Circa 2400 alunni delle scuole della città e provincia hanno partecipato con interesse e gioia all’edizione 2015. Per il nuovo anno, stiamo raccogliendo la disponibilità degli studenti degli istituti superiori a prestare servizio di assistenza per la “mini-maratona”: abbiamo già avuto l’adesione del liceo Colombini, che ringrazio nell’auspicio che altre scuole possano unirsi all’iniziativa.

L’edizione passata ha siglato ancora il binomio HALF MARATHON e UNICEF in modo stretto, donando alla Onlus internazionale, attraverso il comitato Provinciale di Piacenza, un’offerta di 10.000 euro che è stata ufficialmente consegnata da Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti alla Presidente Provinciale UNICEF Lidia Pastorini e al referente scuola Pietro Contini, nella sala Consiliare del Municipio.

Nell’occasione, il Comitato provinciale UNICEF ha mostrato le “PIGOTTE Poliziotto“ simbolo creato dall’associazione le “MANI DELLE DONNE”, per ricordare il grande impegno nell’organizzazione delle forze di polizia.

Unicef, a nome del Presidente nazionale GIACOMO GUERRERA, presente all’edizione 2015 della Half Marathon ringrazia per la continuità del contributo, che ha un valore grande ed è ancora più prezioso in questi tempi per sostenere un diritto, quello allo sport, ricordato nell’articolo 31 della CONVENZIONE DEI DIRITTI dei Bambini.
Gli attuali progetti di UNICEF Italia nel settore prevedono sia la costruzione di impianti sportivi per i ragazzi di strada in Brasile, Colombia, Centro Africa (Zambia, Ghana, Sudan, Sierra Leone), sia per intervenire a creare aree per giochi di squadra e campi da gioco nelle zone dell’Asia (Nepal e Filippine) colpite da calamità naturali .

I fondi contribuiranno anche a finanziare il progetto rivolto all’ampliamento di strutture scolastiche essenziali per le scuole site nei campi profughi, curate da UNICEF.
In particolare la scuola RAHMA, al confine giordano con la Siria, che ospita, insieme ai residenti, i bimbi SIRIANI da 5 anni in guerra e senza opportunità di istruzione se non quella assicurata dai volontari e dalle ONLUS internazionali. Complessivamente 2 milioni e 600 mila bambini siriani sono in questa situazione.
Maratona, salute e istruzione… il cerchio si allarga sempre più. Perché la solidarietà contagia e crea sempre nuove strade. Piacenza e la HALF MARATHON aggiungono un anello prezioso alla solidarietà.

(a cura di Lidia Pastorini, Presidente provinciale Unicef)
3292076200
Piufuocopiuvento2004@yahoo.it