Domani a Parma la Pro Rettrice Zanella incontra i visiting professors dell’Ateneo

Venerdì 7 aprile 2017, alle ore 9, l’incontro presso il Centro Studi Archivio della Comunicazione (CSAC)

uniparmaPARMA – Venerdì 7 aprile 2017, alle ore 9, la prof.ssa Francesca Zanella, Pro Rettrice con delega per l’Area affari generali e coordinamento delle attività di Internazionalizzazione dell’Ateneo, incontrerà presso il Centro Studi Archivio della Comunicazione (CSAC) i visiting professors attualmente presenti in Ateneo.

Porteranno il loro saluto di benvenuto anche la prof.ssa Maria Cristina Ossiprandi, Pro Rettrice con delega per l’Area Didattica e Servizi agli Studenti e il prof. Massimo Regalli, Delegato del Rettore per Accoglienza, assistenza e sviluppo dei servizi agli studenti.

L’Università di Parma può conferire il titolo di visiting professor o visiting researcher a studiosi, stranieri o italiani, di elevata qualificazione didattica o scientifica, invitati a svolgere attività formative, corsi, cicli di lezioni, seminari, nell’ambito di un corso di studio o attività di ricerca, al fine di favorire l’implementazione dei processi di internazionalizzazione.

L’accoglienza di visiting professors e visiting researchers rientra nelle azioni di programmazione triennale per l’internazionalizzazione dell’Ateneo, approvata dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo.

I visiting professors previsti in Ateneo nell’anno accademico 2016-2017 sono in totale 18.

I docenti che hanno terminato il loro periodo di insegnamento presso l’Ateneo sono:

· prof. Domenico Dentoni, proveniente da: Università di Wageningen, Olanda – Insegnamento: Agrifood chain management;

· prof. Filippo Fazi, proveniente da: Università di Southampton, UK – Insegnamento: Applied Acoustic;

· prof. Julie Leask, proveniente da: Università di Sydney, Australia – Insegnamento: Igiene generale ed applicata.

I docenti attualmente presenti sono:

· prof. Symeon Chatzinotas, proveniente da: Universitè de Luxembourg, Lussemburgo – Insegnamento: 5G wireless networks;

· prof. Patrick O’Sullivan, proveniente da: Università di Grenoble, Francia – Insegnamento: Business Ethic;

· prof. Jan Kristensen, proveniente da: Università di Oxford, UK – Insegnamento: Lecturers on mathematical Analysis;

· prof. Ignacio Iturrioz, proveniente da: Università di Rio Grande, Brasile – Insegnamento: Advanced Fracture Mechanics;

· prof. Ana Vrdoliak, proveniente da: Università di Sydney, Australia – Insegnamento: International Law and Cultural Heritage;

· prof. Jiri Petraceck, proveniente da: Università di Brno, Repubblica Ceca – Insegnamento: Nanophotonics;

· prof. Mike Vitiello, proveniente da: University of Pacific, California – Insegnamento: American Criminal Law: Recent Developments;

· prof. Tuomo Kuusi, proveniente da: Università di Aalto, Finlandia – Insegnamento: Complements on Advanced Analysis.

Sarà presente all’incontro del 7 aprile anche il prof. Sandro Tonso, proveniente dall’Università statale di Campinas, Brasile, visiting professor nominato dal Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale.

Nei prossimi mesi è previsto l’arrivo di altri sette visiting professors.