Domani a Ferrara conferenza dello storico Davide Guarnieri su “Ludovico Ticchioni, una scelta di libertà”

Giovedì 27 aprile alle 16 al Museo del Risorgimento e della Resistenza, in corso Ercole I° d’Este, nell’ambito delle iniziative promosse dal Comitato Celebrazioni 25 aprile In occasione del 72° anniversario della Liberazione

ticchioniFERRARA – Proseguono a Ferrara le iniziative promosse dal Comitato Celebrazioni 25 aprile In occasione del 72° anniversario della Liberazione. Giovedì 27 aprile alle 16, il Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara (corso Ercole I° d’Este 19) ospiterà la conferenza dello storico ferrarese Davide Guarnieri, specialista della Resistenza e della Deportazione, dal tema “Dai Dragoni alle formazioni partigiane: Ludovico Ticchioni, una scelta di libertà”.

Si parlerà di Ludovico Ticchioni, il giovane partigiano ucciso a tradimento dai fascisti la sera del 14 febbraio del 1944, davanti alle carceri di Codigoro, dopo che gli era stato fatto credere di essere stato liberato. Ludovico, come il suo giovane compagno di Resistenza, Gino Villa, non erano ancora maggiorenni e per questo, secondo la legge, non potevano essere fucilati. Per ovviare a questo i fascisti, come era prassi abituale, finsero di liberarli e poi spararono loro alle spalle, come fossero stati fuggiaschi. Le ricerche sulla figura di Ticchioni, medaglia d’oro al valor militare, sono state pubblicato in un ampio e documentato saggio che fa luce su fondamentali aspetti della resistenza nel Basso Ferrarese. Guarnieri metterà in luce l’originalità della figura di Ticchioni e la sua capacità di riflessione sui drammatici tempi in cui si trovò a vivere, evidenziandone la spiccata propensione sia all’analisi teorica sia all’impegno in prima persona.