Domani chiude la terza edizione de “La Memoria (R)innovata”

Domenica 12 febbraio, alle ore 17.00, al Centro della Pesa, Gianfranco Zidda protagonista dell’ultimo appuntamento delle conversazioni di archeologia

Comune di RiccioneRICCIONE (RN) – Chiude domenica pomeriggio la terza edizione delle conversazioni di archeologia organizzate dal Museo del territorio insieme all’Istituzione Riccione per la cultura.

Anche quest’anno il programma proposto è stato molto apprezzato e il pubblico sempre più numeroso e interessato lo ha dimostrato ad ogni appuntamento.

Il protagonista di domenica 12 febbraio è il Prof. Gianfranco Zidda è l’incontro ha per tema l’area megalitica di Saint Martin de Corleans.

Il 24 giugno 2016, ad Aosta, è stato aperto al pubblico il Parco e Museo archeologico di Saint-Martin-de-Corléans, costituito da una grande struttura che protegge e rende accessibile una delle aree megalitiche meglio conservate dell’arco alpino. Il deposito stratificato dell’area archeologica di Saint-Martin-de-Corléans, alla periferia occidentale della città di Aosta, testimonia un’evoluzione storica ininterrotta, che partendo da momenti finali del Neolitico comprende tutto l’Eneolitico (Età del Rame), attraversa le successive Età del Bronzo, del Ferro e Romana, per giungere al Medioevo e all’Età Moderna, in un lasso di tempo che dal 4000 a.C. arriva fino al XXI secolo d.C.

Sulla base di quanto emerso dalle ricerche sul campo e dai successivi studi e approfondimenti, nell’area megalitica si è definita una sequenza di fasi caratterizzate dalla presenza di importanti testimonianze, oggi visitabili nel loro stesso luogo di rinvenimento.

Appuntamento domenica 12 febbraio alle ore 17.00 al Centro della Pesa.

Informazioni: Museo del Territorio tel. 0541600113 museo@comune.riccione.rn.it www.riccioneperlacultura.it

Gianfranco ZIDDA (Alghero, 01/02/1957) Funzionario presso la Soprintendenza per i Beni e le Attività culturali della Regione Autonoma Valle d’Aosta, Patrimonio Archeologico.

Titoli di studio

1985: Perfezionamento in Archeologia presso l’Università degli Studi di Firenze.

1982: Laurea in Lettere classiche presso l’Università degli Studi di Firenze.

1974/1975 diploma di maturità classica presso il Liceo Classico Giuseppe Manno di Alghero

Master e corsi

2012: Corso di catalogazione dell’abito e abbigliamento secondo le direttive ministeriali ICCD, Palazzo Madama, Torino.

2009 – 2010: Corsi di riconoscimento, analisi e schedatura dei tessuti, tenuti presso la fondazione Lisio di Firenze.

2005: Diploma di Paleografia e Archivistica presso la scuola dell’Archivio Storico della Valle d’Aosta.

2004: Corso “Narrazione dei Musei” nell’ambito del progetto europeo “Castrum”, presso la Scuola Holden (TO).

Attività istituzionali:

Responsabile scientifico del Parco e Museo dell’Area Megalitica di Saint-Martin-de-Corléans (Tutela, attività ispettive e di controllo). Ricerche scientifiche in materia di archeologia e storia dell’arte preistorica e antica nel territorio regionale. Promozione e supervisione di interventi di restauro di beni mobili e immobili di competenza regionale. Organizzazione di mostre e esposizioni concernenti il patrimonio archeologico e artistico regionale.

Attività concernenti l’ambito museale territoriale. Conferenze e lezioni.

Pubblicazioni specifiche su Saint-Martin-de-Corléans:

2016: G. Zidda, Schede stele antropomorfe, in Il Sito megalitico di Saint-Martin-de-Corléans. Guida breve, Aosta 2016;

1998: G. Zidda, Aosta, schede stele, in Dei di pietra. La grande statuaria antropomorfa nell’Europa del III millennio a. C, catalogo della mostra, Milano 1998.

1997: G. Zidda, Aspetti iconografici delle stele antropomorfe di Aosta, Atti XXXI Riunione Scientifica. Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Firenze 1997, pp. 225-243.

DOMENICA 12 FEBBRAIO CHIUDE LA TERZA EDIZIONE

DE “LA MEMORIA (R)INNOVATA”.

Il protagonista dell’ultimo appuntamento delle conversazioni

di archeologia è Gianfranco Zidda