Diritto allo studio: contributo per l’acquisto dei libri di testo

Scadenza domande: 30 settembre 2016

comune di Rimini logoRIMINI – C’è tempo fino al 30 settembre per presentare la richiesta di contributo per l’acquisto dei libri di testo per gli studenti delle scuole secondarie di I e II grado per l’anno scolastico 2016/2017, che quest’anno la Regione Emilia Romagna ha scelto d’accettare esclusivamente online attraverso il portale ER.GO Scuola.

Per questo si è svolto nel pomeriggio di martedì, nella sala conferenze del centro civico “Villaggio 1° maggio”, il primo incontro rivolto alle famiglie interessate a richiedere il contributo libri di testo per l’anno scolastico 2016/2017, il workshop informativo che, insieme a un servizio di assistenza diretta, il Comune di Rimini, attraverso il suo Punto Pane e Internet e l’ufficio Diritto allo studio, ha messo in campo per aiutare coloro che hanno poca dimestichezza nell’utilizzo delle tecnologie informatiche.

Durante l’incontro, a cui hanno partecipato una ventina di persone, sono così state spiegate le procedure della domanda online e chiariti molti quesiti presentati dalle singole famiglie. Alcune di queste si sono fermate a fine incontro e insieme agli operatori dell’URP e del Diritto allo studio hanno effettuato direttamente la domanda.

Per coloro che necessitano del servizio di assistenza sono ancora disponibili per i prossimi giorni alcuni appuntamenti, prenotabili telefonando nell’orario d’apertura all’Ufficio relazioni con il pubblico allo 0541/704704.

E mail: paneeinternet@comune.rimini.it

Lo scorso anno scolastico grazie a questo contributo hanno trovato un aiuto concreto 839 famiglie (349 per scuole di primo grado, 490 per il secondo), per un totale di risorse complessivamente impegnate di circa 128 mila euro.

Il contributo erogato dalla Regione Emilia Romagna è rivolto a studenti residenti e frequentanti le scuole di I e II grado statale, private e paritarie con sede in Emilia Romagna. Sarà possibile fare domanda anche per quegli studenti che, pur frequentando scuole dell’Emilia Romagna, sono residenti in altre Regioni.

Per tutti il criterio fondamentale è quello di una soglia ISEE massima di 10.635 euro. Oltre ai documenti necessari per l’attestazione del valore ISEE alla domanda va allegata anche la documentazione relativa all’acquisto di libri e segnalare la disponibilità di un indirizzo e-mail e di un numero cellulare attivato in Italia.