“Delitto e castigo” in biblioteca Delfini di Modena, c’è Enzo Vetrano

Giovedì 19 gennaio alle 18 secondo appuntamento, in collaborazione con Ert, per la lettura integrale del romanzo di Dostoevskij in scena dal 18 al 22 maggio allo Storchi

enzo vetranoMODENA – Giovedì 19 gennaio alle 18, seconda puntata della lettura integrale di “Delitto e castigo” alla Biblioteca Delfini di Palazzo Santa Margherita in corso Canalgrande 103 a Modena.

Il capitolo “Crimini” è affidato alla voce di Enzo Vetrano, attore, autore e regista siciliano, che sarà nel cast della trasposizione teatrale del capolavoro di Dostoevskij in scena dal 18 al 22 maggio in prima assoluta al Teatro Storchi di Modena, per la regia del moscovita Konstantin Bogolomov.

DOSTOEVSKJISi tratta, infatti, del primo degli appuntamenti in biblioteca, nei quali saranno gli interpreti dello spettacolo, un cast tutto italiano, a restituire il grande romanzo russo in dieci puntate alla Delfini, sempre di giovedì alle 18.

Pubblicato nel 1866, e portato più volte in scena, “Delitto e castigo” è un vertice della narrativa russa e occidentale. La vicenda muove da un duplice omicidio (premeditato il primo, accidentale il secondo) e dalla disperazione emotiva che il gesto suscita nel protagonista, lo studente Raskol’nikov.

Enzo Vetrano da molti anni lavora in coppia con Stefano Randisi, con cui ha fondato l’Associazione culturale Diablogues, che spazia dalla didattica alla produzione di spettacoli di ricerca. Fino al 22 gennaio Vetrano è in scena al Teatro delle Passioni di viale Sigonio a Modena con lo spettacolo “Assassina”.

La lettura integrale di “Delitto e castigo” in biblioteca è un progetto di Ert Emilia Romagna Teatro Fondazione e Delfini in collaborazione con Amici dei Teatri.

La drammaturgia per la lettura integrale di “Delitto e castigo” alla biblioteca Antonio Delfini è curata da Vera Cantoni.

Informazioni on line (www.comune.modena.it/biblioteche).