Dal 26 settembre saranno operative le corsie preferenziali per i bus lungo i viali Mariotti e Toscanini

Comune-di-ParmaPARMA – Saranno operative, da lunedì 26 settembre, le corsie preferenziali per i bus, lungo i viali Mariotti e Toscanini. A differenza di quanto avviene nelle altre corsie riservate ai bus, in questo caso, la limitazione al transito resterà in vigore soltanto per le 12 ore giornaliere nella fascia oraria fra le 7.30 e le 19.30, in analogia con gli orari dei varchi elettronici che regolano l’accesso nei due viali in questione. Per cui chi proviene da ponte Caprazucca non potrà più proseguire dritto all’incrocio con via Mazzini – ponte di Mezzo, verso la stazione ferroviaria, ma dovrà svoltare in via D’Azeglio o in via Mazzini. Stesso discorso per chi proviene dalla stazione e quindi dal ponte Verdi in direzione ponte di Mezzo: non potrà più proseguire dritto fino al ponte Caprazzucca ma dovrà svoltare a sinistra lungo via Mazzini o a destra lungo via D’Azeglio. Il provvedimento rientra nello sviluppo della rete a servizio esclusivo del trasporto pubblico locale che negli ultimi anni ha visto un incremento maggiore del 30% in termini di lunghezza di corsie riservate, ed è ricompreso negli interventi pianificati nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) che vedrà la sua adozione in Consiglio Comunale in ottobre.

Se ne parla dallo scorso inverno e già da giugno la Giunta ha deliberato a favore di questa misura che consiste nella istituzione di corsie riservate sul Lungo Parma, più volte comunicato.

Da più di un mese sono state messe in atto dal Comune forti azioni sul posto per dare informazione precisa sulle novità che interessano la viabilità sul Lungo Parma. E gli agenti della municipale hanno attuato già da alcuni giorni una campagna informativa sul posto, inoltre è stata installata, da circa un mese, apposita segnaletica verticale che indica le modifiche legate all’istituzione delle due nuove corsie preferenziali per gli autobus lungo viale Mariotti e viale Toscanini.
Il provvedimento intende incidere positivamente sulla riduzione dell’inquinamento atmosferico, a tutela dalla salute pubblica e per privilegiare il trasporto pubblico locale.
Negli orari di punta e più critici della giornata, il provvedimento intende decongestionare il Lungo Parma dal traffico veicolare favorendo trasporti sostenibili e il flusso di bus urbani ed extraurbani.
Sull’asse del Lungo Parma viaggiano ogni giorno circa 30 mila passeggeri che non incontreranno più code o impedimenti sui mezzi, ma procederanno spediti verso la loro destinazione. Gli automobilisti, quindi, potranno muoversi lungo i viali di circonvallazione. Sarà la polizia Municipale a controllare la corretta attuazione dell’ordinanza e a sanzionare eventuali veicoli in transito sulla corsia bus.

In termini di deroghe, il provvedimento parte con le medesime regole vigenti sulle altre corsie preferenziali cittadine, escluso, come detto, gli orari. Sono previste deroghe per i seguenti veicoli, che potranno, quindi , circolare: taxi e autovetture Noleggio con Conducente; Vigili del fuoco e veicoli di soccorso; veicoli delle forze dell’ordine (di servizio e di copertura); veicoli della Polizia Municipale; veicoli adibiti al trasporto delle persone invalide; carri attrezzi per servizio di rimozione o blocco dei veicoli lasciati in sosta vietata; veicoli adibiti a spazzamento strade e raccolta rifiuti; veicoli IREN e TEP (individuabili da apposito logo sulla carrozzeria); veicoli del Comune di Parma (individuabili da apposito logo sulla carrozzeria); veicoli Infomobility S.p.A. e Parma Infrastrutture S.p.A. (individuabili da apposito logo sulla carrozzeria); veicoli portavalori; veicoli degli istituti di vigilanza; veicoli servizio car-sharing nazionale (individuabili da apposito logo sulla carrozzeria); veicoli a sola trazione elettrica; ciclomotori; motocicli ibridi; biciclette. Le corsie preferenziali sono a senso unico di marcia e pertanto con divieto assoluto di procedere contromano all’interno delle stesse. Eventuali richieste di transito in deroga saranno valutate e, nel caso, concesse dal Comando di Polizia Municipale.