“Coupon del Gusto”, promuovere Modena tra arte e cibo

Da lunedì 2 aprile, Pasquetta, via al progetto che offre a chi acquista il biglietto unico sito Unesco o per la Ghirlandina sconti e convenzioni per degustazioni, menù e visite a musei e produttori

piazza grande duomo ghirlandinaMODENA – Degustazioni e menu scontati e convenzionati in 13 esercizi pubblici, oltre a iniziative nell’area piazza XX settembre – mercato Albinelli, per far scoprire la ricchezza dell’offerta tipica enogastronomica modenese ai visitatori del centro storico. Lo propongono i “Coupon del Gusto” che dal Lunedì di Pasquetta, 2 aprile, fino al 30 settembre 2018, vengono offerti gratuitamente a chi acquista il biglietto unico del sito Unesco di piazza Grande o per la Ghirlandina. Gli stessi Coupon del Gusto, validi fino al 30 novembre, danno anche diritto a convenzioni e sconti per le visite a tre Musei del Gusto del territorio (Museo dell’Aceto balsamico tradizionale di Spilamberto; MuSa Museo della Salumeria di Castelnuovo Rangone; Museo del Castagno e laboratorio del borlengo, del ciacio e della tigella di Zocca), oltre che visite guidate ad aziende di produzione con degustazioni o acquisti convenzionati direttamente dai produttori.

I “Coupon del Gusto” sono stati presentati in Municipio questa mattina, giovedì 29 marzo, da Gianpietro Cavazza (vicesindaco e assessore alla Cultura) e Ludovica Carla Ferrari (assessora a Promozione della Città e Turismo) con Pierluigi Sciolette, presidente di Palatipico – Piacere Modena, e Gian Carlo Cerchiari, vicepresidente della Camera di Commercio di Modena.

Il progetto – ideato dal Servizio Promozione della Città e Turismo del Comune in sintonia con “2018. Anno del cibo italiano”, iniziativa promossa dai ministeri delle Politiche agricole alimentari e forestali e dei Beni e Attività culturali e Turismo – è stato affidato a Piacere Modena con un avviso pubblico, per valorizzare insieme lo straordinario patrimonio culturale del sito Unesco e quello enogastronomico del territorio, con i consorzi dei prodotti Dop e Igp di Modena e i prodotti a marchio Tradizione e sapori di Modena.

Per l’assessore e vicesindaco di Modena Gianpietro Cavazza, è fondamentale “proporre un’offerta turistica che associ un’esperienza di arte e storia a un’esperienza di gusto unica, mettendo in tavola per chi viene a trovarci bellezza e gusto, per uno stile di vita piacevole e accogliente. È la naturale integrazione alle politiche avviate col biglietto Unico sito Unesco. Un modello che dovrà innescare nuove azioni e relazioni coinvolgendo tanti soggetti”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessora Ferrari: “Puntiamo a potenziare il legame tra patrimonio artistico culturale e cibo – spiega– sviluppando per i turisti servizi nuovi, con momenti che combinino degustazioni, cultura e intrattenimento, valorizzando con lo straordinario patrimonio del Sito Unesco quello enogastronomico del territorio”.

Sono 13 i partner tra bar, gastronomie, trattorie e altro che partecipano all’iniziativa con proposte differenti. Tutti vicinissimi a piazza Grande sono cinque in piazza XX settembre, uno in vicolo Forni, quattro in via Albinelli, e tre all’interno dello storico mercato coperto. Tre i Musei del Gusto e 40 i produttori del territorio provinciale, tra acetaie, cantine, aziende agricole, caseifici e altro ancora. Il progetto contempla anche la propria promozione attraverso appuntamenti di varia natura, come concerti, incontri conviviali, show cooking, laboratori per famiglie e corsi di cucina in piazza XX settembre. Gli slogan per promuovere i Coupon con pieghevoli in italiano e inglese sono: “Vieni a immergerti nel gusto di Modena”, e “A Modena il gusto non finisce mai”.

Tutte le informazioni dettagliate e aggiornate da venerdì 30 marzo saranno sul sito internet (www.visitmodena.it).