Corsie preferenziali per i bus in viale Toscanini e viale Mariotti di Parma

Posizionata la segnaletica verticale in vista dell’attivazione delle nuove corsie preferenziali dei bus

TOSCANINICARTELLOPARMA – Autobus più veloci, meno traffico, accessibilità garantita con le nuove corsie preferenziali per i bus sul Lungoparma. Oggi è stata posizionata la segnaletica verticale con cui si avvisano gli automobilisti che, a decorrere dal 26 settembre, verranno attivate le nuove corsie preferenziali sia in viale Toscanaini, che in viale Mariotti di Parma.

L’ufficio viabilità del Comune ha previsto la seguente tempistica: Dal 23 agosto, oggi, l’apposizione di transenne lato strada (sui marciapiedi di Via Basetti e Via Mariotti) con la scritta in nero su fondo giallo che dà l’avviso dell’imminente partenza delle corsie. Dal 29 agosto al 31 agosto, è in programma il tracciamento della segnaletica orizzontale gialla sulle corsie.

Dai primi di settembre, è previsto il presidio dei vigili a titolo informativo per agli automobilisti. Entro il 15 settembre, è prevista l’Installazione della segnaletica fissa (debitamente coperta); dal 16 al 22 settembre, l’informazione continuerà durante la Settimana della Mobilità Sostenibile. Dal 26 settembre i cartelli verranno scoperti e verrà inaugurata la partenza formale delle corsie.

Dall’istituzione delle corsie riservate ai bus nei viali Mariotti e Toscanini i cittadini di Parma avranno benefici ben più rilevanti rispetto a qualche piccolo disagio, peraltro solo per chi, utilizzando i permessi di transito, fa un uso improprio del Lungoparma come asse di scorrimento per attraversare la città da nord a sud. Autobus più veloci e puntuali (quindi più appetibile e meno costosi da gestire), riduzione del traffico non necessario, garanzia per l’accesso a chiunque vi abbia titolo con uno scorrimento più rapido: questi sono i capisaldi e gli obiettivi che il Comune di Parma si prefigge di raggiungere con l’imminente istituzione di due nuovi tratti di corsie riservate ai bus (ma accessibili anche ai taxi, agli invalidi e alle auto elettriche) sul Lungoparma in corrispondenza del ponte di Mezzo.

Quanto al traffico privato, i permessi al momento attivi per la ztl, che consentono quindi l’attraversamento della città sul Lungoparma, sono 29.000, di cui residenti 7.000, non residenti 2.800, altri 4.900 ( Enti, Commercianti, Giornalisti, Medici, Artigiani, Assistenza, etc), disabili 3.300, e “Auto Amica Ambiente (gas metano, gpl ecc.) 11.000. É importante far notare che il traffico privato diretto in centro storico non subirà con questo provvedimento alcuna penalizzazione, e che comunque nelle 12 ore diurne l’ingresso nei due viali era e resta riservato ai veicoli autorizzati.

Infatti, l’unico effetto rilevante sarà quello di rendere impossibile l’attraversamento della città sul Lungoparma (funzione questa che può essere benissimo assolta dai viali di circonvallazione, con un modesto aumento di carico di traffico nelle ore di punta). L’amministrazione sta valutando la possibilità di mantenere attiva la corsia preferenziale sulle 24 ore (come in tutti gli altri casi) oppure se istituirla soltanto per la fascia oraria di vigore della ZTL (7.30-19.30), in armonia con la chiusura dei varchi di accesso, quindi con libera circolazione per tutti nelle 12 ore dalle 19,30 alle 7,30 del mattino.