Il cordoglio di Bonaccini per la morte di Stefano Rodotà

Il Presidente della Regione: “Un grande giurista, il suo pensiero sempre al servizio del pieno riconoscimento dei diritti delle persone. Ha sempre rappresentato una voce importante nel confronto cultura, politico e sociale”

luttoBOLOGNA – “Un grande giurista, un intellettuale che non ha mai smesso di mettere il suo pensiero al servizio del pieno riconoscimento dei diritti delle persone”. Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ricorda Stefano Rodotà, morto all’età di 84 anni.

“Da studioso e persona impegnata in tante battaglie civili, Rodotà ha sempre rappresentato una voce importante nel confronto culturale, politico e sociale. La sua scomparsa- chiude Bonaccini- rappresenta una grave perdita per la cultura e la politica italiana”.