Consiglio comunale di Bologna: le delibere approvate

piazza Maggiore BolognaBOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato cinque delibere.

La prima riguarda la trasformazione del comitato Urban Center Bologna in Fondazione ed è stata approvata con 19 voti favorevoli (Sindaco, Partito Democratico, Città comune con Amelia), 7 contrari (Lega nord, Forza Italia, Insieme Bologna) e 5 astenuti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica). L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli (Sindaco, Partito Democratico, Città comune con Amelia, Movimento 5 stelle, Coalizione civica) e 7 contrari (Lega nord, Forza Italia, Insieme Bologna).

Successivamente è stato approvato, con 19 voti favorevoli (Sindaco, Partito Democratico, Città comune con Amelia), 8 contrari (Lega nord, Forza Italia, Insieme Bologna), 2 astenuti (Coalizione civica) e 4 non votanti (Movimento 5 stelle), il Patto per il trasporto pubblico locale regionale per il periodo 2018-2020. L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con la medesima votazione.

Il Consiglio ha poi esaminato due delibere su varianti al Poc (Piano Operativo Comunale).

La prima, relativa al comparto Bertalia-Lazzaretto, è stata approvata con 18 voti favorevoli (Sindaco, Partito Democratico, Città comune con Amelia) e 14 non votanti (Movimento 5 stelle, Lega nord, Forza Italia, Insieme Bologna, Coalizione civica).

La seconda, relativa al Parco agroalimentare di Bologna è stata approvata con 18 voti favorevoli (Sindaco, Partito Democratico, Città comune con Amelia), 6 contrari (Movimento 5 stelle, Coalizione civica) e 6 non votanti (Lega nord, Forza Italia, Insieme Bologna). L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con 19 voti favorevoli (Sindaco, Partito Democratico, Città comune con Amelia), 6 contrari (Movimento 5 stelle, Coalizione civica) e 6 non votanti (Lega nord, Forza Italia, Insieme Bologna).

Infine il Consiglio ha approvato, con 19 voti favorevoli (Sindaco, Partito Democratico, Città comune con Amelia) e 13 non votanti (Movimento 5 stelle, Lega nord, Forza Italia, Insieme Bologna, Coalizione civica), una delibera di adeguamento del Regolamento Urbanistico Edilizio per recepire una recente delibera regionale in materia. L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con la medesima votazione.