Conferenza conclusiva, oggi alla Passerini Landi di Piacenza, per la mostra di Hokusai

Sabato 29 ottobre alle ore 17.30 nel salone monumentale della biblioteca

PIACENZA – Si chiude oggi, sabato 29 ottobre, la mostra di Hokusai allestita nel salone monumentale della biblioteca Passerini Landi. Nella giornata conclusiva dell’esposizione, alle 17.30 si terrà la conferenza “L’incontro con un mondo diverso: i Gesuiti e gli esordi dei rapporti tra Italia e Giappone”, a cura dello storico del Cristianesimo Annibale Zambarbieri.

Lo studioso ripercorrerà l’arrivo di alcuni naufraghi portoghesi, nel 1543, sulle coste nipponiche: furono i primi occidentali a toccare il suolo giapponese. Grazie alle iniziative avviate per instaurare forme di commercio, l’interesse degli europei verso i contatti con quelle popolazioni andò via via aumentando e pochi anni più tardi, nel 1549, il gesuita Francesco Saverio approdò sulle sponde meridionali del Giappone allo scopo di diffondervi il messaggio evangelico.
S’incrementarono progressivamente la presenza e l’operosità dei membri della Compagnia di Gesù, che adottarono la strategia dell’adattamento ai costumi e alla mentalità locali. Il processo di mutua, seppur ardua, comprensione s’inceppò per varie cause fino a quando alcuni editti volti a proibire la religione diffusa dai missionari sfociarono nel cosiddetto sakoku, la chiusura cioè del paese agli europei. A partire dall’inoltrata seconda metà dell’Ottocento si riaprirono le frontiere, determinando l’inizio di una storia nuova, ma non priva dell’eredità del passato.

Sino all’orario di chiusura della biblioteca Passerini Landi, sarà possibile visitare la mostra “100 vedute del Fuji – 100 modi per parlare di Dio senza nominarlo”.