Concerti in ricordo dei ragazzi della Fanfara Olandese

Venerdì 8 luglio a Nonantola sfilata in strada e ricordo alle 18.15; a Modena sabato 9 alle 19.30 concerto al Parco d’Avia; domenica 10 alle 10.45 saluto in musica in piazza Grande

comune di Modena logoMODENA – Tre giornate di commemorazione, sul filo spezzato della cultura e della musica, tra Modena e l’Olanda. Si terrà, infatti, sabato 9 luglio alle 19.30 al Parco d’Avia di Modena la cerimonia e il concerto nel ventennale della sciagura aerea di Eindhoven nella quale, il 15 luglio 1996, 34 giovani musicisti persero la vita nel viaggio di rientro dal Festival delle Bande militari di Modena a cui avevano partecipato.

Ma la Fanfara delle Forze Armate Reali Olandesi, insieme a una delegazione di circa cinquanta familiari delle vittime, arriverà a Modena già venerdì 8 luglio e andrà a Nonantola, dove pure i giovani olandesi suonarono regalando un giorno di festa. La Fanfara partirà da piazza Guido Rossa alle 18.15 per raggiungere, dopo una breve sfilata su via Rimembranze, il giardino della Perla verde, nei pressi dell’Abbazia, dove terrà un concerto alle 18.30 davanti alla targa commemorativa.

Dopo le celebrazioni di sabato 9 alle 19.30 al parco D’Avia di Modena, i musicisti olandesi saranno in città anche domenica 10 luglio. Alle 10.30 la Banda Olandese partirà da Largo San Giorgio e sfilerà fino a piazza Grande dove si esibirà alle 10.45 per un breve saluto musicale a Modena prima di ritornare in Olanda.

I soldati della Fanfarekorps Koninklijke Landmacht, erano quasi tutti giovani studenti del conservatorio a un passo dal congedo. Dopo aver partecipato e suonato al Festival delle bande militari di Modena si erano trasferiti a Verona per assistere alla “Carmen” all’Arena. Il giorno dopo, L’Hercules C-130 dell’aviazione militare belga siglato CH-06 si alzava in volo dall’aeroporto di Villafranca per riportarli a casa. Il viaggio si svolse tranquillamente, ma in fase di atterraggio all’aeroporto di Eindhoven l’aereo, impattato uno stormo di uccelli, riuscì ad atterrare con fatica e prese fuoco. Nel rogo persero la vita trentaquattro militari musicisti della Fanfara. Furono solo sette i superstiti, compresi i soldati che avevano fatto rientro a casa in automobile. Ai caduti della fanfara olandese Modena ha dedicato un monumento e il parco in via D’Avia Nord, alla Madonnina.