Doppia ordinanza del sindaco per il divieto di vendita dei contenitori di vetro in occasione delle Festività

Comune di RiccioneRICCIONE (RN) – Doppia ordinanza temporanea firmata dal sindaco Renata Tosi di divieto di utilizzo di bottiglie e contenitori di vetro per la somministrazione al pubblico di bevande.

I provvedimenti sono relativi in particolare all’area collinare situata a monte della ferrovia e precisamente quella compresa fra Viale Caprera, Todi, Sardegna, Circonvallazione, Abruzzi (fino all’intersezione con via Ca’Pronti), Trebaci, Dei Tigli, Dei Pini, Roseto ed infine Viale Ortona, dove dalle ore 22.00 alle ore 06.00 del mattino successivo (durante le giornate del 7, 8 e 9 dicembre e successivamente del 22, 23, 24, 25, 26, 29, 30 e 31 dicembre 2017 e infine nei giorni 5 e 6 gennaio 2018) sarà vietato a chiunque, in qualsiasi forma, compresi i distributori automatici, e i venditori itineranti ancorché autorizzati, di svolgere attività di vendita, somministrazione o cessione per asporto a qualsiasi titolo di bevande in recipienti o contenitori di vetro; consumare o abbandonare in luogo pubblico bevande di qualsiasi genere contenute in bottiglie di vetro o comunque in contenitori realizzati con il medesimo materiale. Oltre a ciò nell’area adiacente alle discoteche sarà vietato accedere con lattine o bottiglie di plastica chiuse e/o piene.

Tale provvedimento è stato adottato in sinergia con il Comune di Misano Adriatico che ha proceduto con lo stesso tipo di atto.

Analoga disposizione inoltre è prevista per tutti gli esercizi pubblici situati a mare della ferrovia e precisamente da viale Battisti (lato Cattolica) a viale Bellini (lato Rimini) fino al mare compresi gli stabilimenti balneari e aree adiacenti nel periodo compreso dal 2 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018, dalle ore 19.00 alle ore 2.00.

Resta ferma per le attività autorizzate su tutto il territorio comunale la facoltà di vendere per asporto le bevande in contenitori di plastica e nelle lattine e di somministrare e/o consentire il consumo delle bevande stesse in vetro all’interno dei rispettivi locali. I gestori dovranno avere cura di recuperare i vuoti delle bevande somministrate in vetro.

“Vista la prevista intensa affluenza di turisti e di visitatori dai Comuni limitrofi – dichiara il sindaco Renata Tosi – occorre garantire il decoro urbano contrastando quei fenomeni odiosi e sconvenienti come l’abbandono di contenitori di vetro e di latta che avvengono sopratutto nelle ore notturne e che una volta rotti, diventano un pericolo per l’incolumità delle persone. Inoltre, la concentrazione di tanti giovani che affolleranno in quei giorni i locali da ballo e le strade può, dato il clima di festa, anche essere causa di episodi di uso improprio di oggetti come le bottiglie che possono anche divenire corpi contundenti”.