Cinque nuovi cantieri a Rimini per sei milioni di euro al via

In corso le procedure di gara, a primavera l’inizio lavori

piazza_cavourRIMINI – Sono cinque i cantieri che, con un volume di spesa previsto di 6 milioni di euro, prenderanno avvio nella prossima primavera. Proprio in questi giorni, infatti, è in corso la pubblicazione sul sito istituzionale dell’ente dei relativi bandi di gara.

Il primo a giungere in scadenza sarà il Progetto Tiberio Comparto 3, Piazza sull’acqua – Parco Marecchia, le cui offerte dovranno essere presentate entro il 25 gennaio prossimo, a cui farà seguito, entro l’8 febbraio, quello relativo al Progetto delle nuove piazze: Piazza Malatesta. Lotto 1 Corte a mare.

Sempre nel mese di febbraio, il 15, sarà la volta del progetto per la costruzione di rotatoria sulla S.S. 16 in prossimità dello stabilimento Valentini e collegamento con la Via Aldo Moro, mentre il 22 scadrà il termine per la presentazione delle offerte per il Progetto Tiberio Comparto 4 – Canale, dove è prevista la realizzazione d’interventi d’opera nell’area prospiciente al canale del Ponte di Tiberio.

Accanto a queste quattro opere, da segnalare infine la scadenza dei termini per la presentazione delle offerte per la realizzazione della nuova rotatoria all’intersezione con via Flaminia Conca – Carlo Alberto Dalla Chiesa – Viale della Repubblica per il cui affidamento è stata scelta la procedura negoziata.

L’aggiudicazione di queste gare, in via generale 60 giorni dopo l’apertura delle buste, consente di traguardare l’apertura dei cantieri per la realizzazione di queste cinque opere nella tarda primavera 2017.

Le opere in sintesi:

Il progetto Tiberio

Il progetto Tiberio è articolato in tre momenti per una spesa di 2.250.000 euro, di cui 1.800.000 a carico del Pos – Fesr, con cui saranno realizzati il comparto 3 del progetto Tiberio “Piazza sull’Acqua”, il comparto 4 “Canale ponente”, oltre al Laboratorio aperto di Rimini negli spazi dell’Ala Moderna del Museo della Città. Tre “stralci” di un medesimo intervento omogeneo in cui, ferma restando l’unitarietà di ispirazione e l’integrazione funzionale e di obiettivi, gli interventi progettuali sono stati distinti in tre autonomi stralci progettuali per agevolarne e velocizzarne la realizzazione. In sintesi, col primo stralcio (“Piazza sull’Acqua”) è prevista la risagomatura delle scarpate presenti ai lati del bacino creando un nuovo waterfront dal quale si potrà ammirare la bellezza del ponte. Le scarpate saranno configurate con terrazzamenti andando a creare una sorta di gradinata rivolta verso la scena naturale costituita dall’invaso del Ponte che diventerà l’arena, luogo d’incontro per i cittadini e per gli spettatori degli eventi. Col secondo “Canale ponente” saranno realizzati percorsi accessibili di collegamento e l’attraversamento galleggiante, che consentirà, oltre ad una nuova prospettiva di visione del ponte, funzioni e fruizioni non prima praticabili.

Riqualificazione di Piazza Malatesta

Il progetto esecutivo della Corte a Mare approvato, che si è avvalso nella sua definizione dell’importante contributo della Soprintendenza Archeologia e Belle Arti, costituisce il primo lotto dell’intervento di riqualificazione della piazza, destinata a diventare in pochi mesi da parcheggio a luogo centrale della vita sociale e culturale della città. Con questo primo intervento si interverrà lungo il perimetro della “corte a mare” delimitata dalla falsa braga costituito dal bastione poligonale che si interpone tra l’ingresso del Castello e l’antico fossato, mediante la realizzazione di aree verdi calpestabili e percorsi pedonali, nuovi arredi e la valorizzazione dei reperti archeologici. Il progetto complessivo è suddiviso in due lotti per importi di 950.000 e 750.000 da concludersi entro il 2017, entrambi già inseriti nel Bilancio 2017 con una spesa di 1.700.000 euro.

Rotatoria Valentini

Più che di una rotatoria si tratta di un vero e proprio sistema quello che sarà realizzato sulla Statale 16 (Nuova Circonvallazione) all’altezza dello stabilimento Valentini. Si tratta infatti di interventi, denominati A e B, che prevedono la realizzazione di due nuove rotatorie (una sulla SS 16 di collegamento allo stabilimento Valentini e raccordo con via Cerasolo, l’altra su via Aldo Moro – via di Mezzo) nonché la costruzione di un nuovo ponte sul canale Ausa che collegherà tra loro le due opere.

Un intervento complesso, dal costo di 2.658.000 euro, che costituisce solo la prima parte di un progetto più complessivo al servizio della viabilità della zona. Oltre alla costruzione ex novo delle due rotatorie e della strada di collegamento, infatti, il progetto sarà poi completato con un secondo intervento, l’intervento “C”, dal costo di 2.300.000 euro.

Nuova rotatoria tra via della Repubblica e Via Flaminia Conca

Con la realizzazione della nuova rotatoria tra via della Repubblica e Via Flaminia Conca si interverrà su uno dei nodi più delicati della rete stradale cittadina compresa tra la Via Flaminia e la nuova Circonvallazione. L’incrocio è infatti lo snodo scambiatore sia per accedere alla zona centro-mare, specie per i veicoli in uscita dall’autostrada, che per portarsi verso le zone esterne al centro città gravitanti su via Montescudo e Via Coriano. Con la realizzazione di una rotatoria in questo tratto stradale così importante, potrà migliorare la scorrevolezza del traffico con l’abbattimento dei tempi d’attesa tipici degli incroci semaforizzati. L’intervento avrà un costo complessivo di 450.000 euro.